3,85 milioni di euro peri Fondi rischi di cooperative e consorzi fidi

Sono in tutto sei i consorzi, le cooperative e i consorzi fidi che hanno partecipato all’Avviso Pubblico della Regione Basilicata rivolto alle piccole e medie imprese lucane e finalizzato a favorire un più facile accesso al credito, attraverso l’integrazione dei fondi rischi. La Giunta regionale, su proposta dell’assessore alle Attività Produttive Marcello Pittella, ha approvato gli esiti dell’istruttoria delle domande pervenute. Tutte le istanze hanno superato positivamente le verifiche e sono state ammesse al riparto di 3,85 milioni di euro. Questo l’elenco delle domande finanziate: Cooperativa Artigiana di Garanzia srl “Continuità Artigiana; Consorzio “Lucania Fidi”; Consorzio “Cofidi Basilicata”; il “Con. Art. Fidi.” Soc. Cop.; Cooperativa Artigiana di Garanzia Cofidi Puglia; Società Cooperativa di Garanzia “Cooperfidi Abruzzo”. I finanziamenti potranno essere in particolare utilizzati per: finanziamenti per investimenti, prestiti, partecipazioni, operazioni di finanziamento per capitalizzazione aziendale e per il riequilibrio finanziario per l’estinzione di linee di credito.

“Con la ripartizione delle risorse – spiega l’assessore alle attività produttive Marcello Pittella – la Regione mette in campo un concreto aiuto per superare l’attuale periodo di crisi economica. E’ a tutti noto che le imprese hanno bisogno di migliorare il proprio livello di competitività per poter affrontare le nuove sfide di mercato. Il rafforzamento dell’operatività del fondo di garanzia regionale per gli investimenti e per il capitale circolante può rappresentare, in un periodo di forte crisi economica come quello attuale, un aiuto concreto per lo sviluppo di garanzie collettive aziendali”. Con lo stesso provvedimento la Giunta regionale ha inoltre deliberato la pubblicazione del riparto sul bollettino ufficiale della Regione Basilicata e ha autorizzato il Dirigente Generale del Dipartimento Attività Produttive della Regione Basilicata, Michele Vita, alla sottoscrizione degli Accordi di Finanziamento previsti dall’Avviso.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *