A Bari la manifestazione “Lo Sport Contro la Droga”

Dico No alla droga Puglia, organizzazione di volontariato regionale attiva sul territorio da quasi vent’anni sulla prevenzione alle dipendenze, organizza una manifestazione sportiva che vedrà un triangolare di calcio e un’esibizione di Krav Maga. L’evento si terrà il 26 Giugno alle ore 20:00, giornata mondiale contro l’abuso e il traffico illecito di droga, presso il centro sportivo “Di Cagno Abbrescia” in Corso Alcide De Gasperi a Bari.

La manifestazione ha ottenuto una rosa di collaborazioni con altri enti sensibili al tema, con il patrocinio dell’Assessorato allo Sport del Comune di Bari all’interno dei progetti “Bari Never Ends” e dell’Ordine degli Avvocati di Bari e la collaborazione della Federazione Italiana Krav Maga, dell’AGIFOR (Associazione Giovanile Forense), dell’AIA (Associazione Italiana Arbitri) di Bari, del Liceo Scientifico Sportivo “Di Cagno Abbrescia” e dell’LND (Lega Nazionale Dilettanti Puglia).

 

I volontari credono che i ragazzi debbano conoscere i fatti sulla droga, non opinioni, esagerazioni o tattiche intimidatorie. Devono sapere cosa è una droga effettivamente e come agisce a livello fisico e mentale. Questo scopo in linea con lo spirito del tema lanciato dall’ONU, “Listen First”, in quanto anche grazie allo sport si possono ascoltare i giovani e quindi indicare loro la vita per una vita più sana. Per questo l’idea di organizzare una manifestazione sportiva, per grandi e piccini, al fine di sensibilizzare sul tema della prevenzione. I volontari sanno bene che “L’arma più efficace nella guerra contro le droghe è l’istruzione” come scrisse l’umanitario L. Ron Hubbard, per questo oltre a discutere dell’argomento, daranno la possibilità di visionare dei video che vanno a smentire le “classiche bugie” sulle droghe e renderanno disponibili dei materiali gratuiti per educatori e insegnanti.

Tutto questo per continuare a creare una società libera da stupefacenti, in quanto, come sostiene sempre il presidente dell’associazione “Noi siamo stupefacenti di nostro!”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *