A Matera presentazione del saggio Mingo il ribelle

 

E’ l’ultimo protagonista vivente della gloriosa epopea delle lotte contadine, una memoria storica da preservare e trasmettere alle giovani generazioni, esempio mirabile di un grande attaccamento al lavoro, alla patria e alla famiglia. La biografia di Domenico Giannace, scritta da Giuseppe Coniglio, sarà presentata lunedì 26 ottobre presso l’Auditorium della Provincia di Matera, con inizio alle ore 17,00 su iniziativa dell’Associazione ex Consiglieri della Basilicata. “Mingo il Ribelle” -questo il titolo dell’opera- racconta le varie esperienze di vita, di lavoratore, operaio, sindacalista, amministratore, politico e sindaco di un uomo che si è fatto tutto da solo con tenacia e volontà,e che, seppure privo di titolo di studio superiore, è stato sindaco di Pisticci, presidente del consiglio provinciale e consigliere regionale. La terra è stata la sua vera e unica università, sin da quando giovanissimo è entrato in contatto come carrettiere con i confinati della Colonia di Bosco Salice diventato persona di fiducia, confidente e latore di importanti messaggi. Nella colonia è entrato in contatto con coloro che poi saranno tra i protagonisti della lotta per la resistenza (Comollo, Terracini, Visentini, D’Oria, Pescarolo e tanti altri) da cui apprese quanto importanti fossero i sacri valori della libertà e democrazia. Nel dopoguerra si è messo a capo dei suoi contadini per il conseguimento della terra da lavorare e dei maggiori diritti di dignità delle classi operaie, rischiando più volte la vita e subendo condanne e carcere, e suscitando l’ammirazione di Di Vittorio, Berlinguer e altre personalità politiche. Da sindaco, amministratore e politico è stato particolarmente attento ai problemi del lavoro, recandosi spesso all’estero per conoscere la situazione degli emigranti italiani. Oggi Domenico ha 92 anni portati bene ma coltiva sempre il grande desiderio di lottare per conseguire migliori condizioni di vita. E’ stato partecipe degli eventi di Scanzano per il deposito scorie ed oggi è impegnato in prima linea nel Comitato per la Difesa dell’Ospedale di Tinchi, sempre vigile con la sua quotidiana presenza per impedire ritardi e cambiamenti. Il programma prevede l’introduzione di Gabriele Di Mauro, i saluti del sindaco di Matera Raffaello De Ruggieri e del Presidente della Provincia Francesco De Giacomo; l’intervento di Giovanni Caserta e le testimonianze di Francesco Lisanti, Carmine Nigro, Angelo Ziccardi, Domenico Giannace e dell’autore, con conclusioni di Piero Lacorazza, Presidente del Consiglio Regionale. Moderatrice la dott.ssa Lucia Gesualdi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *