A.S.D. Volley Manfredonia, 25 anni insieme

Verso la fine degli anni ottanta a Manfredonia, in un piccolo quartiere della città, qualcuno scommise su un gruppo di ragazze che iniziava una grande avventura abbracciando lo sport femminile più popolare in Italia: la pallavolo.

Pazienza, sacrifici e tanta volontà si consumarono nella palestra della scuola Ungaretti e del caro pallone pressostatico, e così, dopo soli sette anni, quel gruppo di “ragazzine terribili”, vincendo campionato dopo campionato, approdò dalla seconda divisione provinciale alla C1 nazionale, trovandosi a giocare, in poco tempo, dalle piccole palestre scolastiche di Cerignola, Mattinata e Ortanova ai palazzetti maestosi e sempre affollati di Catania, Catanzaro, Macerata, Napoli e Pescara. Questi gli esordi dell’A.S.D. Volley Manfredonia, squadra locale di pallavolo femminile. Un bel gruppo invidiato da più parti, formato da giovani atlete nate e cresciute nella nostra cittadina che si prodigavano in campo per il solo gusto del divertimento.

In C1 il gioco divenne sempre più difficile e inevitabile fu il confronto con realtà dalle forze organizzative ed economiche di gran lunga superiori a quelle del nostro sodalizio. Fior di quattrini venivano investiti da quelle compagini che miravano al successo finale ma, nonostante tutto, la nostra squadra riusciva a strappare salvezze che valevano come vere e proprie promozioni. Correvano gli anni dell’era Velasco, noto tecnico argentino che condusse la nostra nazionale ai vertici mondiali. I successi in campo internazionale resero la pallavolo più spettacolare e avvincente, ma nello stesso tempo anche più professionistica e quindi più onerosa. I costi lievitarono e parecchie società, soprattutto quelle minori, non ressero più quei ritmi, tanto da costringere la Federazione a unificare i campionati di C1 e C2 per limitare i costi. Una C unica, assai difficile, avara nelle promozioni (solamente una) e generosa nelle retrocessioni (ben tre dirette più due dopo i playout).

Dopo essere arrivata seconda per due anni di seguito, nella stagione sportiva 2000/2001 l’A.S.D. Volley Manfredonia vinse il campionato, conquistando una storica promozione in B2 (prima e unica compagine femminile foggiana ad aver mai partecipato a una serie B nazionale). L’A.S.D. Volley si classificò al dodicesimo posto, riuscendo a salvarsi con un ripescaggio, ma per motivi economici dovette rinunciare alla serie B2 proprio nell’anno in cui la nazionale femminile di volley guidata da Marco Bonitta vinceva il Campionato mondiale.

Fu amaro privarsi della serie B per motivi economici, nessuno però si lasciò abbattere. Si ritrovarono stimoli nuovi e, con la pazienza e il sacrificio di sempre, tutto lo staff si prodigò affinché l’appuntamento con la B fosse solo rimandato. Per tornare a vincere, c’era bisogno di qualche anno, giusto il tempo necessario per forgiare nuovi talenti dal nostro florido vivaio.

Nel campionato 2006/2007 fu nuovamente serie B! Le nostre giovani e valide ragazze varcarono i palazzetti di Ancona, Bologna, Cesena, Ferrara, Modena, Napoli, Salerno… Alcune di loro, quelle messesi maggiormente in mostra, oggi giocano in squadre importanti, anche in serie A.

Dopo gli anni di B, l’A.S.D. Volley Manfredonia fu costretta a rivedere i propri obiettivi e tornare nuovamente a operare nella valorizzazione dei giovani talenti. Nelle ultime due stagioni, 2010/2011 e 2011/2012, la nostra compagine è stata tra le protagoniste assolute della serie C pugliese, arrivando entrambe le volte a un passo dalla finale playoff per salire in serie B2 e disputando le final4 di Coppa Puglia.

Oggi il sodalizio sipontino è pronto a ripartire con un progetto che ha come base la valorizzazione di giovani talenti provenienti dal vivaio. La nostra società vanta più di centocinquanta giovani atlete che parteciperanno, suddivise per età, a tutti i campionati federali: minivolley, under 12, 13, 14, 16, 18 e prima divisione. Tutto ciò per consentire un graduale svezzamento verso le categorie superiori.

L’ottimo lavoro svolto a livello giovanile è stato premiato nel 2010 con il massimo riconoscimento che una società può ricevere: la qualifica di Scuola Nazionale Federale di Pallavolo. Con il patrocinio della FIPAV e d’intesa con il Ministero della Pubblica Istruzione, partecipiamo attivamente e sperimentalmente, come scuola pilota, a un progetto di massima diffusione scolastica della pallavolo per gli studenti dagli 8 ai 13 anni d’età.

Michelangelo Ciuffreda – Responsabile ufficio stampa A.S.D. Volley Manfredonia

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *