A Tursi sequestrato capannone pieno di marijuana

Con un blitz, i Carabinieri del Comando Provinciale di Matera, a  
Tursi, frazione Giardini, hanno scoperto e sequestrato un maxi –  
deposito di “marijuana”, arrestando nella flagranza del reato di  
detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti un 45enne del posto.
 
I Carabinieri hanno inferto un durissimo colpo ai signori della  
droga, attraverso il blitz che ha consentito di sequestrare un  
capannone artigianale con all’interno una vera e propria stazione di  
lavorazione della canapa indica. Nel corso dell’operazione è stato  
arrestato R.A., 45enne del posto, responsabile di detenzione ai fini  
di spaccio, di un ingente quantitativo di marijuana.
 
L’operazione di servizio è stata condotta dai militari del Nucleo  
Investigativo e della Compagnia di Policoro. In particolare, i  
militari della Compagnia, nel corso di un servizio perlustrativo,  
hanno individuato il deposito poiché emanava un fortissimo odore di  
marijuana, successivamente, verificata la presenza all’interno dello  
stupefacente, hanno avviato dei servizi di appostamento presso il  
capannone con l’intervento del Nucleo investigativo.
 
Nella giornata del 24 ottobre u.s., raccolti forti elementi a carico  
del 45enne, i Carabinieri hanno deciso di procedere alla  
perquisizione del capannone, rinvenendo al suo interno una vera e  
propria fabbrica della droga, adibita al deposito delle  
infiorescenze della “canapa indiana”, alla loro essiccazione e  
imbustamento per la successiva commercializzazione. Infatti il  
deposito, oltre che a fungere da luogo riparato da occhi indiscreti,  
era utilizzato per compiere tutte le operazioni necessarie ad  
arrivare al prodotto finito da immettere sul mercato della droga.
 
All’interno i Carabinieri hanno infatti rinvenuto una vera e propria  
catena di montaggio: 178 arbusti di canapa indica riversi per terra  
e 9 bins colmi di rami secondari, tutti già essiccati ma ancora da  
lavorare, per un peso ingentissimo e non quantificato, oltre a 7  
cassette di plastica contenenti 10 kg di “marijuana” pronta per la  
successiva immissione sul mercato e tutta l’attrezzatura utile a  
confezionare lo stupefacente.
 
Il capannone, la droga rinvenuta e tutto il materiale per il  
confezionamento, sono stati posti sotto sequestro mentre  
l’arrestato, su disposizione dell’A.G. materana è stato tradotto  
presso la Casa Circondariale di Matera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *