Ad Atella un incontro per ricordare la figura di Aldo Moro

A 100 anni dalla sua nascita, e dopo il toccante appuntamento svoltosi lo scorso 23 settembre nella sua città natale, Maglie, in provincia di Lecce, dedicheremo un ricordo particolare ad Aldo Moro, ad Atella, a lui che, per tutti coloro che fanno politica attraverso la propria appartenenza cristiana, è sempre stato un esempio ed una luce in grado di guidare la politica verso la forma di carità indicata da Papa Paolo VI, e gli insegnamenti del quale devono essere a noi sempre presenti e vivi”. Così il consigliere regionale Aurelio Pace nel presentare l’evento che si svolgerà, oggi, presso la ex Biblioteca comunale di Atella (Corso Papa Giovanni XXIII n.3), alle ore 18,30 e al quale parteciperà “insieme ad altre figure pronte a ricordare uno statista così importante, per l’Italia, la sua crescita, la sua affermazione, ma anche in grado di incidere fortemente attraverso la sua politica democratica e volta al dialogo”. Ad organizzare il tutto il Comune di Atella e all’incontro ci sarà il sindaco di Atella Nicola Telesca che rivolgerà il saluto ai presenti, prima degli interventi dello stesso Pace, del parroco di Atella Don Gilberto Cignarale e della relazione dell’avvocato Nicola Giampaolo, Postulatore nella Causa di Beatificazione di Aldo Moro.
“Lo stesso avvocato Giampaolo – precisa Pace – ritorna in Basilicata, per questo nuovo impegno, dopo l’importante convegno svoltosi a Melfi l’11 maggio, sulla figura di Moro e su quella di Peppino Impastato, entrambe vittime della criminalità e nello stesso giorno, il 9 maggio. Un evento che si concretizza in questo 2016 che – ricorda ancora Pace – rappresenta il centenario della nascita dello statista pugliese della Democrazia Cristiana, nato a Maglie il 23 settembre 1916 e morto, per mano delle Brigate Rosse, nel 1978, proprio il 9 maggio, ritrovato in Via Caetani, all’interno della tristemente nota Renault 4 rossa, dopo ben 55 giorni di prigionia a seguito dell’attentato in Via Fani, in cui fu trucidata tutta la sua scorta”.
“Ad Aldo Moro e alla sua figura, di uomo, docente universitario, politico di grande valore, oltre che di statista di levatura internazionale – conclude Pace – vogliamo dedicare questo evento e un momento speciale, che serva a continuare a tenere viva la sua memoria tra le generazioni di oggi e quelle a venire che non hanno conosciuto questa figura fondamentale della nostra patria e della nostra politica, e lo faremo con un gesto concreto, scoprendo una lapide commemorativa nella sede municipale, alle ore 18, prima dell’incontro seminario sullo stesso Aldo Moro”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *