Adoc Brindisi presenta esposto alla Corte dei Conti sull’illegittimità delle multe per gli accessi Ztl

Il Comune di Brindisi rischierebbe un danno erariale da 243mila euro a causa della segnaletica irregolare e poco visibile dei varchi Ztl in zona Sciabiche. E’ questa, secondo Forza Italia, una conseguenza dell’esposto presentato dall’Adoc di Brindisi alla Corte dei Conti circa la presunta illegittimità delle multe comminate per gli accessi abusivi. 
“Ogni verbale prevede una sanzione pari al pagamento di 96 euro che, ad oggi, come dimostrano i tanti ricorsi vinti, costano al comune un esborso di 243 euro in caso di sentenza favorevole nei confronti del ricorrente. Parliamo, quindi, di quasi 250mila euro per i soli primi tre mesi dell’anno. – affermano dal partito ‘azzurro’ – Ricordiamo che il bilancio municipale prevede 3,5 milioni di euro di proventi da multe e sanzioni per violazione del codice della strada per il solo 2019, su cui andranno ad incidere non solo il mancato introito previsto, ma anche i maggiori oneri dei ricorsi, dimostrando, ancora una volta che quest’amministrazione punta esclusivamente a fare cassa sulla pelle dei brindisini, in due modi: o auspicando che gli ignari cittadini paghino le multe illegittime, oppure attingendo dalle casse comunali per riparare i danni di una grossolana gestione della cosa pubblica”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *