Al lavoro per Bicinpuglia 2022, tante le novità

Un anno intenso, da vivere in sella ad una bici o ad una mountain bike. E’ quasi tutto pronto per la nuova stagione di Bicinpuglia , la
challenge pugliese della Uisp che ogni anno propone il meglio di un movimento che negli ultimi anni è cresciuto in maniera esponenziale, divenendo uno dei più propositivi dell’intero panorama italiano a due ruote. Ventiquattro gare, ventiquattro mete diverse tra Puglia, Basilicata e Calabria con il chiaro intento di fare anche e soprattutto turismo sportivo. Dallo scorso 26 giugno, il coordinatore Giovanni Punzi, è anche il nuovo responsabile nazionale del settore di attività Uisp Ciclismo , dimostrazione dello straordinario lavoro svolto in questi anni.
Nato a Castellaneta trentotto anni fa, Punzi ora vive a Ginosa, dove è anche imprenditore molto stimato. Appassionato di bici e di UISP da sempre, ha iniziato a correre da quando aveva 17 anni, in particolar modo in mountain bike, non disdegnando altresì l’uso della bici a tutto tondo. Responsabile dell’area UISP Ciclismo in Puglia, dove è stato presidente del gruppo Genusia Bike e poi presidente territoriale per ciclismo UISP Taranto. Nel territorio sempre protagonista e coinvolto nell’organizzazione di eventi sportivi, crede nella bici soprattutto come momento di unione tra persone e territorio.. insomma di bici a “tutta ruota”.
“Siamo pronti per la stagione 2022 – sottolinea Punzi, che per il suo mandato punta sull’innovazione di attività e organizzativa – e sono tante le novità che ci aspettano per l’anno appena cominciato. La prima è che abbiamo accorpato il campionato: la Uisp in Puglia avrà un
unico Campionato di Cross Country che toccherà tutte le province. Si tratta di ben 13 eventi. Avremo poi ben 5 manifestazioni strettamente legate ai centri storici, il cosiddetto Trofeo dei Borghi , con le gare che si disputeranno nei luoghi più caratteristici della Puglia e si svolgeranno in orari serali”.
Cresce poi l’attesa per il ” Marathon “: “Un evento che si svolgerà tra Puglia e Basilicata, grazie ad una cooperazione sempre più forte tra le Uisp delle due regioni, alla ricerca di territori naturalistici e paesaggistici sempre più belli. Da calendario sono previste, infatti, due tappe molto caratteristiche come quella di Rionero in Vulture e di Sasso di Castalda”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *