Allarme uova alla diossina

I consumatori sono sempre più preoccupati per ciò che mettono a tavola. Ora l’allarme arriva dalla Germania con le uova alla diossina – afferma Aida Graziano, componente della Segreteria Regionale Adiconsum  Cisl e responsabile del settore sicurezza alimentare – ed i consumatori cercano informazioni chiare per poter stare tranquilli”.

“La prima cosa da fare è di non acquistare le suddette uova. Queste sono riconoscibili dalla sigla DE riportata sull’involucro e di leggere attentamente la timbratura riportata sulle uova”

“Sul guscio è stampigliato un codice che identifica oltre al sistema di allevamento, il produttore e l’ubicazione dell’allevamento”

Il primo numero indica il tipo di allevamento che può essere:

0 per i prodotti biologici

1 per l’allevamento all’aperto

2 per l’allevamento a terra

3 per l’allevamento in gabbia

poi segue una combinazione di lettere e numeri che stanno ad indicare la nazione e la provincia di provenienza e l’azienda produttrice.

Ad esempio, il codice 0 IT 077  MT  036  sta ad indicare lo 0 per prodotto biologico, IT sta per Italia, 077 indica il comune dell’azienda, MT sta per Matera e 036 individua l’azienda. Ciò premesso, l’Adiconsum Cisl consiglia di comprare prodotti locali a km zero  e possibilmente biologici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *