All’artista Antonella Malvasi il “Premio Enogea”

MARCONIA – Un concorso artistico per valorizzare il buon vino lucano. Il prestigioso riconoscimento è andato a Antonella Malvasi, giovane artista di Marconia , che si è classificata al primo posto nel Premio “Enogea”, organizzato a Barile dalla Associazione O.R.M.E. sede di Rionero in Vulture. L’opera vincitrice è la “Tavola Cromatica nel quotidiano Di-Vino”, realizzata con la particolare e complessa tecnica dei colori ad olio, del vino Aglianico, di gessetti e caffè. Al Concorso, che ha conseguito un notevole successo di critica e di consensi, hanno preso parte numerosi artisti provenienti da varie regioni italiane. Il tema del concorso prevedeva la rappresentazione del vino, prodotto nella tradizione lucana, valorizzando una delle sue caratteristiche più importanti, cioè il colore. La qualificata commissione giudicatrice, formata da Vittorio Vertone, vincitore dell’edizione 2009 del premio; dall’artista lucano prof. Felice Lovisco; dal prof. Romeo D’Emilio dell’Accademia di Belle arti di Foggia; dal prof. Francesco Abbate dell’Università del Salento; dall’editore Paolo Laurita; dalla gallerista Barbara Martino e dallo storico dell’arte Daniela De Lellis, ha premiato certamente l’opera più interessante ed originale, frutto di inventiva e di talento. Questa la motivazione: I classificato, Antonella Malvasi, “Tavola cromatica nel quotidiano divino”, per la coerenza al tema suggerito, unita all’originalità dello sguardo che ha privilegiato una visione inconsueta, e per la freschezza e la spontaneità del tocco pittorico. Al secondo posto, Cristina Altobelli con “Vista Panoramica”; terza Stella D’Amico (Vulture in colore). Segnalate le opere di Antonio Civitarese, Carmine Antonio Mazziale, Grazia Teresa Salierno e Lorenzo Donati. Antonella Malvasi, laureata presso l’Accademia di Belle Arti di Lecce, vive ed opera a Marconia. Ha già al suo attivo numerose partecipazioni a mostre, collettive e concorsi, a Lecce e provincia, Marconia e Pisticci, conseguendo menzioni speciali e classificandosi spesso nei primi posti.

(Giuseppe Coniglio)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *