Alle Maschere di Tricarico la distinzione di Eccellenza Lucana, in ambito antropologico-culturale, nel corso del Premio Internazionale di Arti Letterarie Thesaurus

 

Le Maschere di Tricarico sono state insignite della distinzione di Eccellenza Lucana, in ambito antropologico-culturale, nel corso del Premio Internazionale di Arti Letterarie Thesaurus, che, alla prima edizione, ha segnato un record in termini partecipativi, vantando l’adesione di oltre settecento autori provenienti da tutte le regioni italiane e da numerosi paesi europei ed extraeuropei. L’evento è stato promosso dal Cenacolo Internazionale AltreVoci e patrocinato dalla Regione Basilicata, dalla Provincia di Matera, dal Comune di Matera, dalla Provincia di Firenze, dal Comune di Firenze, dal Comune di Milano e dal Comune di Pontremoli e ha visto, nella giornata di domenica 28 ottobre, il suo momento più importante, dedicato alle premiazioni, nella cornice di Casa Cava, nel Sasso Barisano, a cominciare dai Premi alla Carriera, conferiti a Raffaele Nigro, Silvio Ramat, Paolo Ruffilli e allo scrittore libanese Hafez Haidar; per continuare con il Premio alla Cultura all’ecuadoriano Guaman Allende. Una sezione, dedicata ai giovanissimi, è stata dedicata a Rocco Scotellaro: Tricarico, quindi, in primo piano, in questa importante vetrina. L’ingresso delle maschere è stato saluto da applausi che, in pochi istanti, sono andati in sincrono con il suono dei campanacci. Il riconoscimento è stato ritirato dal vice presidente della Pro Loco di Tricarico Rocco Stasi il quale, oltre a dare qualche cenno sulle maschere, ha illustrato il progetto della Pro Loco volto alla creazione di una rete del carnevali e maschere lucani con connotazioni antropologiche, le cui basi sono state gettate in occasione del raduno svoltosi, in prima edizione, il 3 marzo scorso e che si ripeterà nel 2013, questa volta allargato anche alla partecipazione di gruppi esteri. Il presidente della Pro Loco tricaricese, Roberto Incudine, ha espresso viva soddisfazione per il riconoscimento, “testimonianza di quanto il nostro patrimonio culturale e antropologico sia capace di costituire un elemento di distinzione non solo per Tricarico ma per l’intera Regione”. L’avvocato Stasi ha aggiunto che “non possiamo che esserne profondamente orgogliosi, come tricaricesi e come lucani. Devo confessare di essermi emozionato durante la consegna del riconoscimento in quella cornice così suggestiva e gremita di persone, per le parole di grande apprezzamento e stima che ci sono state rivolte”. La rappresentanza delle Maschere di Tricarico era composta da Mario Cetani, Francesco Curci, Antonio Dabraio, Giuseppe Fusco, Pancrazio Lorenzo, Antonio Miseo, Donato Montesano, Carmelo Salomone, Federico Santangelo e Mauro Toscano. “Vogliamo, noi tutti, dedicare questo riconoscimento ai nostri amici che, anche se non ci sono più fisicamente, continuano a stare con noi: Saverio Capobianco, Nicola Rosolìo e Nicola Santangelo”, hanno concluso i due rappresentanti della Pro Loco.

Vito Sacco

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *