All’Einstein-De Lorenzo di Potenza martedì 23 gennaio Laboratori di ricerca per ricordare la Shoah

Nell’ambito della settimana dedicata alla Shoah-Giorno della Memoria (27 gennaio) l’Einstein-De Lorenzo di Potenza commemora la Shoah martedì 23 gennaio all’interno del Progetto “In nome dell’alterità…” attraverso i Laboratori di ricerca Filo-artmusik dal tema: Ogni persona è sacra e inviolabile. Saranno gli studenti (una rappresentanza dell’Istituto) i protagonisti del proprio apprendimento-conoscenza attraverso attività di pensiero creativo.

Alle ore 9.00 dopo il saluto del Dirigente Domenico Gravante gli alunni visiteranno la mostra fotografica “Vittime e carnefici” con il curatore Vincenzo Bochicchio. Un saluto e una breve riflessione sarà offerta anche dal già Dirigente dell’Einstein-De Lorenzo, Rocco Colonnese. A seguire (fino alle ore 13) le attività laboratoriali nelle aule predisposte di via Danzi (Malvaccaro): Laboratorio di Pittura, a cura della pittrice Patrizia Monacò (alunni della 3M). Laboratorio di vignette-satira a cura del vignettista Mario Bochicchio (alcuni alunni di 2E–2D–1H). Laboratori (n.3) di scrittura-poesia: 5H-5C coordinato dalla docente Mariella Giacummo; 5I-5D coordinato dalla docente Angela Perretta; 5E-5G coordinato dalla docente Mimma Mancusi e dalla poetessa Cesira Ambrosio. Laboratorio di Teatro a cura dell’alunno-attore Carmine Vertone (alcuni alunni di 2E -2D ). Laboratorio di Chimica: coordinato dall’alunna Ilenia Izzo (alunni della 4C). Laboratorio di Musica coordinata dall’alunno-musicista Carlo Iunnissi. Laboratorio di fotografia-video coordinato dagli alunni Gabriele Langerame e Pierluigi Punella di 3 L con gli alunni della 4E.

Nella sede di via Sicilia (santa Maria) dalle ore 9 alle 11 si terrà invece la Triangolare di Pallavolo (alunni di 2G, 2H e 2B) con premiazione finale, a cura del docente Lello Brindisi.

“I laboratori, che fanno parte della didattica innovativa, intendono promuovere lo sviluppo del pensiero critico, la creatività degli alunni e la peer to peer education – spiega la docente responsabile del progetto, prof.ssa Maria De Carlo-. Sarà dunque un’opportunità per riflettere e crescere nella corresponsabilità per una società democratica incentrata sul rispetto e sul riconoscimento della sacralità di ogni persona. L’impianto del progetto – continua – si ispira infatti agli insegnamenti di Lipmann e alla metodologia della P4C”.

A contribuire alla buona riuscita dell’organizzazione dell’evento i docenti dello staff della dirigenza, Michele Ramunno e Eliana Barbano, e la docente Funzione strumentale alunni Anna Grignetti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *