Alluvione marzo 2011, incontro in Regione

Un’azione amministrava per garantire una prima rapida anticipazione dei danni subiti dalle aziende agricole del Metapontino a seguito dell’alluvione del marzo del 2011, prendendo a riferimento il censimento stilato dal Dipartimento Agricoltura. E’ questa l’ipotesi condivisa questa mattina al termine di un incontro, richiesto da Gianni Fabris del Comitato Terre Joniche, al quale hanno preso parte, tra gli altri, il vice presidente della Giunta regionale Agatino Mancusi, il direttore Generale dei Dipartimento Presidenza della Giunta Angelo Nardozza, il direttore generale del Dipartimento Infrastrutture Mario Cerverizzo, il dirigente dell’Ufficio Protezione Civile Giovanni De Costanzo, il dirigente dell’Ufficio Supporto Politiche Dipartimentali del Dipartimento Agricoltura Fernanda Cariati e il portavoce del Presidente della Regione Nino Grasso.

“La Regione – ha assicurato Mancusi che è intervenuto all’incontro in qualità di Commissario vicario per l’emergenza alluvione nel Metapontino – ha finora tenuto fede agli impegni assunti nelle scorse settimane con il Comitato Terre Ioniche, completando tutti gli adempimenti previsti dalla prima Ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri. Mercoledì prossimo – ha aggiunto Mancusi – incontrerò il presidente De Filippo e il direttore Nardozza, per decidere modalità operative e crono programma delle azioni future che la Regione Basilicata, recependo le osservazioni del Comitato Terre Joniche, metterà rapidamente in campo per garantire una prima rapida anticipazione dei danni subiti dalle aziende agricole del Metapontino con l’alluvione del marzo 2011”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *