Alta Velocità in Basilicata, la felicità di Santarsiero

“Tre anni fa eravamo alle prese con il dramma del 707, l’hastag ‘#707odisseasuibinari’ rappresentò il simbolo di una civile battaglia per avere Intercity puntuali e materiale rotabile dignitoso; avevamo ritardi inaccettabili per oltre il 50 per cento delle corse e situazioni indecenti e rischiose come il fermo dei treni sui ponti tra le stazioni di Picerno e Tito”. Così il consigliere regionale del Pd, Vito Santarsiero, sul tema dell’Alta Velocità in Basilicata.
“Le dure prese di posizione di tutti, ivi compresi incontri a Roma con Trenitalia, ci hanno consentito di portare quasi a normalità tale servizio. – ha detto Santarsiero – Ma l’obiettivo dichiarato era quello dell’Alta velocità, vale a dire mezzi e programmi in grado di garantire un collegamento veloce con Salerno, Napoli, Roma e il resto del Paese. Ce l’abbiamo fatta, non tutti credevano in questa battaglia, occorre ringraziare Aldo Berlinguer per averci creduto e per aver dato sempre seguito alle sollecitazioni di chi, in Consiglio regionale, spingeva su tale tema. La manifestazione a Roma – ricorda Santarsiero – da molti fu ritenuta folkloristica, sapevamo invece con Aldo e con i meravigliosi Sindaci presenti che non era un viaggio inutile, sapevamo di portare la voce delle nostre genti e il loro diritto a collegamenti civili”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *