Altamura, devastata la sede del Partito Democratico

 

scritte-sui-muri-nella-sede-pd-di-altamura

Teppisti in azione a Altamura, nella sezione cittadina del Partito Democratico. Documenti e arredi distrutti, sostanze liquide versante sul pavimento,  bandiere strappate, muri e porte  imbrattate con disegni di svastiche sono alcuni dei gravi episodi avvenuti nella sede Pd del comune pugliese, alla vigilia della Festa dell’Unità, in programma nella villa comunale, il prossimo 25 settembre. Sono in corso le indagini da parte degli organi competenti.

L’on. Liliana Ventricelli ha dichiarato che “quanto avvenuto nella sede del Pd di Altamura é a dir poco vergognoso. A poche ore dall’inizio della nostra festa democratica, tutto il materiale della sezione è stato distrutto, l’arredamento sfregiato. Sia ben chiaro –ha chiosato la deputata altamurana- la nostra azione politica rimarrà intatta, anzi ancora più motivata”.

Il capogruppo PD Antonello Stigliano ha commentato: “L’invito è quello di non sopravvalutare i fatti. Non essendo stati toccati beni di valore, si potrebbe concludere che questo è un gesto dai chiari contenuti politici per i segni grafici riportati e per la violazione di documenti e atti amministrativi inerenti alla vita del partito. Di questo ovviamente stanno indagando gli organi inquirenti. Assieme alla condanna per il vile gesto non possiamo che auspicarci che le forze dell’ordine svolgano al meglio il loro compito”.
Intanto la sezione locale di Forza Italia in un comunicato stampa “esprime vicinanza a quanto accaduto presso la sede del PD bandendo qualsiasi forma di violenza. Il gruppo consiliare di Altamura (Cifarelli, Scarabaggio e Morgese) si associa allo sdegno e augura che la festa dell’Unità in programma a partire da oggi sia un evento all’insegna del confronto costruttivo all’interno del dialogo politico”.
Anche la consigliera Rosa Melodia a nome di ABC in una nota esprime vicinanza e solidarietà condannando con fermezza l’atto vandalico accaduto. “La sede di un partito politico, pur nel rispetto della libertà di pensiero e di opinione di ognuno, è sempre sinonimo di libertà, democrazia, partecipazione e confronto. Sono certa – continua la Melodia- che le Forze dell’Ordine scoveranno al più presto gli autori di questo gesto e approfitto per richiamare al senso civico e al senso di comunità i nostri cittadini e le nostre cittadine, invitandoli a denunciare sempre qualsiasi atto vadalico al quale dovessero assistere nella nostra città”.
Il segretario Francesco Gramegna sulla pagina Facebook del Partito Democratico di Altamura ha dichiarato: “I vigliacchi che questa notte hanno rovistato nella nostra Sede, insozzando e oltraggiando le pareti della nostra Sezione, rovinando il materiale che faticosamente avevamo preparato per la Festa dell’Unità di oggi, insieme a tanto disordine e a qualche danno, lasciano in tutti noi molta amarezza. Immaginare che qualcuno abbia pensato di disegnare segni di morte e di disprezzo in quegli stessi ambienti in cui la Politica altamurana ha tracciato progetti e disegni di riscatto e di crescita per generazioni, ci ha lasciato tanta delusione e rabbia. Ci sono molti punti oscuri dietro questa “presunta ragazzata” e ragionandoci con calma questo atto infame tutto sembra tranne che la bravata di un gruppo di ubriachi, ma questo lo valuteranno le forze dell’Ordine. Noi possiamo solo esprimere tutta la nostra rinnovata determinazione a portare avanti le nostre idee e a difendere le nostre battaglie, a cominciare dal lavoro che insieme e faticosamente abbiamo approntato per la tre giorni della nostra Festa dell’Unità. La Solidarietà, l’Affetto e l’attenzione che in tanti stanno generosamente manifestandoci ci sprona a non arretrare di fronte alla rediviva intolleranza ideologica e al moderno squadrismo e ci porta a non esimerci dalla condanna di ogni forma di violenza consapevoli della comune e condivisa necessità di stroncare questi atti di bullismo e di dileggio, prima che possano sfociare in esperienze cui purtroppo abbiamo troppo spesso assistito. Stasera, domani e dopodomani sarà Festa, la Festa dei cittadini liberi e determinati, la Festa degli altamurani che vogliono cambiare la Città; ma contro questi fascisti travestiti da vandali non taceremo mai”
Anche il sindaco Forte sulla sua pagina Facebook ha affermato che “ciò che è accaduto alla sede del Pd di Altamura è a dir poco deplorevole. Esprimo solidarietà e vicinanza a tutti gli iscritti, i simpatizzanti e le figure istituzionali del Partito Democratico cittadino. Si tratta di un vile attacco ad un presidio democratico e in quanto tale condannato incondizionatamente”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *