‘Quando Altamura diventò Leonessa di Puglia’. Convegno e doppio spettacolo al Teatro Mercadante

Quando Altamura diventò Leonessa di Puglia. Il Teatro Mercadante e l’associazione “Amici del Teatro Mercadante” organizzano sabato 20 maggio, un evento culturale, musicale e teatrale dedicato ai fatti del 1799 che valsero ad Altamura l’appellativo di “Leonessa delle Puglie” per aver resistito alle truppe sanfediste, pagando il costo molto pesante di decine di vittime, uomini e donne. La resistenza fu piegata nel sangue il 9 ed il 10 maggio del 1799 ed Altamura dovette dire addio al sogno della Repubblica a cui si votò issando l’albero della libertà in piazza Duomo, dove oggi – dal 1899 – è presente la statua in onore ai martiri del 1799.

ORE 18.30 SALA CONFERENZE – INGRESSO LIBERO
Alle ore 18.30, presso la sala conferenze del Teatro, è in programma un convegno sul tema “La Repubblica Partenopea. Da Napoli ad Altamura”, dedicato agli accadimenti del 1799, con il saluto e l’introduzione di Pasquale Castellano, presidente dell’associazione “Amici del Teatro Mercadante”, il saluto del sindaco Giacinto Forte, la relazione del docente universitario di storia moderna Angelantonio Spagnoletti (Università di Bari), con il coordinamento dell’incontro a cura del giornalista Onofrio Bruno. L’ingresso al convegno è libero.

ORE 21.00 – TEATRO – DOPPIO SPETTACOLO (info e prenotazioni: 080.3101222) 
Con ingresso alle ore 20.30 e sipario alle ore 21.00, è previsto un doppio spettacolo: primo tempo con il concerto “Giacobini & Sanfedisti” degli Uaragniaun; secondo tempo con il dramma teatrale “Fame di Libertà” della compagnia “La Banda degli Onesti”. Info e prenotazioni al box office in via dei Mille, tel. 080.3101222. Prezzi accessibili per consentire la più ampia partecipazione, con il desiderio di invogliare molti giovani alla conoscenza. L’incasso sarà devoluto interamente in favore di APLETI (Associazione Pugliese Lotta Emopatie e Tumori Infanzia).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *