Altamura, incontro presso il Palazzo di Città per una ricognizione sulla fornitura del gas

La Commissione Consiliare Permanente di Vigilanza e Controllo ha il compito di vigilanza e controllo su società partecipate, istituzioni, consorzi, associazioni e fondazioni istituite dal Comune o ai quali il Comune partecipa, nonchè su enti o società concessionarie solo al fine di garantire il rispetto degli indirizzi e delle direttive formulate dal Consiglio.

Questa Commissione, presieduta dal Consigliere Loiudice Dionigi, con i componenti Consiglieri Comunali: Capriati Onofrio (Vice Presidente), Lagonigro N., Tafuni V., Crapuzzo P., Marroccoli G., Miglionico A., Laterza D., Tresca D., Rella R., Melodia R., Colonna V., Colonna M., Panaro G., il geom. Angelo A. Forte in rappresentanza del Settore Lavori Pubblici del comune di Altamura e il dott. Lobosco, in data 1 Febbraio 2011 presso il Palazzo di Città ha incontrato i rappresentanti della Gas Natural Distribuzione Italia spa per una ricognizione dei lavori di progettazione, costruzione e gestione dell’impianto gas metano nell’abitato di Altamura.

Occorre ribadire che il contratto con la ditta individuale “Giuseppe Nettis Costruzioni” di Acquaviva delle Fonti fu stipulato in data 14/10/1982 per una durata di anni ventotto a partire dal 1 gennaio dell’anno successivo a quello dell’inizio della fornitura del gas metano nella città.

Nel corso del tempo a seguito di trasformazione e cessione d’azienda, la società che, attualmente, garantisce il servizio nella città murgiana è la “Gas Natural Distribuzione Italia spa”.

Da una copia in atti del certificato di ultimazione lavori del 31/03/1987 si rileva che l’inizio della fornitura del gas metano nella città è avvenuto l’01/08/1986 e, pertanto, la scadenza contrattuale della concessione doveva terminare il 31/12/2014. Il Decreto Legislativo n 164 del 23/05/2000 all’art. 15 comma 9 stabiliva che le concessioni in essere alla data di entrata in vigore dello stesso non possono durare un periodo superiore a dodici anni a partire dal 31/12/2000 e quindi con scadenza al 31/12/2012. In base a detta norma, pertanto, il contratto di che trattasi scade due anni prima di quanto previsto contrattualmente. La situazione venutasi a creare ha investito la Commissione Consiliare di Vigilanza e Controllo.

Gli indirizzi e le direttive formulate a suo tempo dal Consiglio Comunale e dal richiamato Decreto Legislativo 164/2000 all’art. 14 comma 7 prevedono che  gli enti locali debbano avviare la procedura di gara non oltre un anno prima della scadenza dell’affidamento, in modo da garantire  continuità nella stessa gestione del servizio.

La Commissione Consiliare, insieme con il Settore Lavori Pubblici, dopo un’attenta ricognizione delle problematiche innanzi citate, ha preso atto delle disposizioni intervenute successivamente con la legge del 29/11/2007 n 222, che all’art. 46 bis prevede, per l’affidamento del servizio di distribuzione del gas, l’individuazione degli ambiti territoriali (unione di più Comuni) da parte dei Ministeri competenti per poter procedere alla gara d’appalto.

Pertanto la Commissione Consiliare seguirà attentamente la nuova fase che porterà all’aggiudicazione di un unico appalto per l’ambito territoriale in cui ricadrà il Comune di Altamura. Contestualmente seguirà la chiusura contrattuale dell’attuale concessione. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *