Ammortizzatori in deroga, Giunta recepisce Accordo quadro

Su proposta dell’assessore alla Formazione e Lavoro Vincenzo Viti, la Giunta regionale ha recepito l’Accordo quadro sugli ammortizzatori sociali in deroga 2013 e le Linee operative per la gestione degli ammortizzatori sociali in deroga 2013.  Con la delibera, il governo regionale ha preso atto dei due documenti tra cui l’Accordo sottoscritto da Regione o Organizzazioni rappresentative degli imprenditori e dei lavoratori.

L’intesa, che ora trova una legittimazione formale, prevede l’erogazione degli ammortizzatori sociali per l’anno 2013, pur tenendo conto della momentanea minore disponibilità finanziaria rispetto agli anni precedenti. Le risorse finanziarie attribuite, è scritto nell’accordo, sono destinate alla concessione in deroga degli ammortizzatori sociali per tutte quelle situazioni di crisi aziendale e di particolare gravità occupazionale non previste dalla normativa ordinaria e precisamente: Cig in deroga e Mobilità in deroga.

“Con l’approvazione in Giunta – ha commentato l’assessore alla Formazione e Lavoro Vincenzo Viti – si è potuto concludere così un lavoro impegnativo, non facile per le ragioni che sia i rappresentanti del movimento sindacale sia i rappresentanti delle associazioni imprenditoriali conoscono perfettamente, anche perché ‘l’intesa’ della quale la  Giunta regionale ha preso atto si tiene ai bordi di una interpretazione delle norme in vigore nell’interesse di un mondo, quale è quello dei percettori di ammortizzatori sociali, che vive soprattutto in Basilicata in una condizione di sofferenza che è pienamente percepita e condivisa dal Governo regionale, talché appaiono quantomeno immeritate le valutazioni che, sotto la spinta dell’ emergenza sociale, sono state registrate nelle ultime ore. Si tratta ora di operare perché il quadro delle risorse disponibili a livello nazionale venga compiutamente ed adeguatamente integrato anche sulla base delle stime che gli Assessori regionali al lavoro, quello lucano fra questi, hanno formulato al fine di consentire che si faccia fronte alla tenuta sociale del sistema Italia fino a tutto il 2013. Stime che il Coordinamento degli Assessori ha trasmesso ufficialmente in data odierna al Governo nazionale.

Oggi ho fatto tenere al Senatore Bubbico, componente della Commissione dei Saggi investita dal Presidente della Repubblica, la nota nella quale si riassumono le istanze del mondo del lavoro e le urgenze di un adeguamento sia del monte risorse sia della cornice giuridica intorno a cui  potrà essere realizzata una efficace azione a sostegno dei precari e dei percettori lucani degli ammortizzatori sociali”.

Per l’assessore alle Attività produttive, Marcello Pittella, “il Governo regionale ha dato un forte impulso alla ricerca di una soluzione che tanta parte dei lavoratori attendeva. Ora l’attuazione dell’accordo quadro passa alla fase operativa, sul presupposto dell’assoluta celerità nei pagamenti che la Regione ha inteso così garantire”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *