Angelo Inglese: dalla Puglia la camicia made in Italy per Donald Trump

Il neo presidente americano, Donald Trump indosserà una camicia made in Italy. E’ Angelo Inglese, camiciaio di Ginosa, in provincia di Taranto, che ha accettato con orgoglio l’invito di un’associazione Italo-americana.

“Ho già spedito una camicia bianca con il collo classico, in tessuto popeline, realizzata nella mia sartoria. Probabilmente la indosserà il 20 gennaio prossimo, giorno del suo insediamento quale 45mo presidente americano”.

Angelo è un artigiano della camicia, lavora nella sartoria di famiglia (dal 1955) da circa un quindicennio, da quando – dopo la scomparsa prematura del padre – ha lasciato gli studi giuridici e si è dedicato all’attività. Veste, tra gli altri, i reali di Inghilterra e la famiglia Coppola, oltre a diversi altri personaggi illustri: ministri, magnati, attori internazionali e nazionali, ci cui non rivela in nomi per motivi di riservatezza.

Il gancio con Donald Trump è stata “Mad for Italy”, l’associazione che promuove la cultura e le eccellenze italiane negli States di cui fa parte George Lombardi, immobiliarista di origine italiana che durante la campagna per le presidenziali ha curato la rete dei social media e lo ha contattato.

“Trump è un grande ammiratore dell’Italia, gli piace mangiare italiano, gran parte dei suoi amici sono italo-americani”, sottolinea Inglese nell’intervista, aggiungendo che le misure le ha ricevute direttamente dal prossimo inquilino della Casa Bianca, il quale preferisce indossare all’americana (taglia drop 4), ovvero in maniera comoda, più larga rispetto allo stile italiano.

Per quanto riguarda un eventuale condivisione della linea politica di “The Donald”, il camiciaio pugliese risponde che non è tanto importante conoscere le sue idee politiche quanto – in questo tipo di relazioni – affermare il “made in Italy” nel mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *