Anzi, controsoffitto crolla in un’aula di scuola

“Nella scorsa settimana, durante un controllo di routine all’istituto comprensivo di Anzi, i collaboratori scolastici hanno riscontrato il crollo del controsoffitto in un’aula. Una tragedia sfiorata, evitata dalla sola assenza degli studenti a causa della DaD al 100% imposta dall’amministrazione regionale”. Lo ha denunciato Rete Studenti Medi.
“Non è possibile nel 2020 contare ancora i danni legati all’edilizia scolastica, sospirare compiaciuti del fatto che non ci fossero studenti all’interno di quell’aula, che sarebbe stata una tragedia. – continua la nota – C’è bisogno di urlare, di chiedere una riforma seria dell’edilizia scolastica, che individui ed intervenga sugli edifici a rischio per tutelare la sicurezza e il diritto ad una sostenibilità sociale per tutte le componenti del comparto scuola. Riformare la scuola significa investire, ed agire, sui problemi strutturali dell’istituzione scolastica, e l’edilizia, come già denunciato dalla Rete degli Studenti Medi, fa parte di questi, insieme al trasporto pubblico e alla didattica. E non passi per la testa che la DDI possa accorrere in soccorso! E non sospiriamo, perché quando quell’aula sarà piena, e con lei saranno piene altre migliaia nel resto d’Italia, sarà una vostra scelta investire sul futuro, sulla sicurezza, sulla scuola, o continuare, come da 30 anni a questa parte, a contare le sfiorate tragedie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *