Anziana cade dalla sedia in una Rssa di Bari e perde la vita. Aperta indagine

Sarebbe deceduta a seguito di una caduta che le avrebbe procurato varie fratture e lesioni. Una donna di 85 anni, positiva al Covid, ha perso la vita nella casa di riposo Rssa “Villa Fiorita” di Bari. Ora la Procura del capoluogo ha aperto un’indagine sulla morte della paziente, dopo la denuncia fatta dai suoi tre figli; la pm che coordina l’inchiesta ipotizza a carico della dirigente sanitaria della struttura il reato di “responsabilità colposa per morte in ambito sanitario”.
Per accertare le cause della morte e confermare l’ipotesi di una correlazione tra le mancate cure dopo la caduta, denunciate dalla famiglia, e il decesso, la pm ha disposto l’autopsia, con incarico conferito nella giornata di domani. Stando all’ipotesi accusatoria l’indagata, pur a conoscenza dell’incidente occorso alla vittima in data 1 febbraio, nel visitarla ometteva di accertare che la donna aveva subito traumi e fratture in varie parti del corpo, e, conseguentemente, di adottare ogni misura richiesta dalle linee guida di settore per la predisposizione di un adeguato programma terapeutico, così concorrendo con le sue condotte omissive a cagionare il decesso della stessa”, avvenuto il 21 febbraio. I figli della vittima hanno depositato due esposti, uno il 13 febbraio dopo aver appreso della caduta e dello stato di malessere della anziana madre e l’altro il 21 febbraio, dopo il decesso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *