Anziana morta per errore a Bitonto, la Dda di Bari chiede il giudizio immediato per i responsabili

La Dda di Bari ha chiesto il giudizio immediato per gli otto presunti responsabili dei quattro agguati commessi a Bitonto il 30 dicembre scorso nella ‘guerra’ tra i clan Conte e Cipriano, tra i quali quello che costò la vita, per errore, all’84enne Anna Rosa Tarantino. A tutti si contesta l’aggravante mafiosa. Imputati anche altri due pregiudicati accusati di aver minacciato i familiari di un pentito. Per quei fatti saranno processati esponenti di entrambi i clan e anche il boss Domenico Conte, arrestato il 27 maggio dopo 37 giorni di latitanza. Secondo l’accusa, fu Conte il mandante dell’omicidio Tarantino e il vero bersaglio di sicari era lo spacciatore Giuseppe Casadibari, poi diventato ‘pentito’. Il processo è fissato dinanzi alla Corte di Assise il 10 settembre ma, a quanto si apprende, quasi tutti gli imputati hanno chiesto il rito abbreviato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *