Approvato avviso pubblico per soggiorni studio e stage all’estero

Sostegno della crescita professionale degli studenti attraverso occasioni di apprendimento a scuola e sul lavoro; consolidamento della collaborazione fra scuola e mondo produttivo. Sono questi gli scopi di un bando, approvato dalla Giunta regionale su proposta dell’assessore Raffele Liberali.
Prevista la realizzazione di soggiorni di studio e stage all’estero per gli allievi che frequentano le classi terze e quarte degli istituti di scuola secondaria di secondo grado. I percorsi formativi potranno essere realizzati nell’ambito delle aree tematiche degli obiettivi di sviluppo della Strategia Regionale della Ricerca e dell’Innovazione che sono: sviluppo sostenibile ed efficienza energetica; turismo, cultura e tecnologie innovative e creative; tecnologie dell’informazione e della comunicazione; bioeconomia; aerospazio; automotive. In particolare sono previsti sia periodi di residenza e studio della lingua inglese presso strutture qualificate in Paesi dell’UE, della durata di due settimane, con rilascio di certificazione delle competenze linguistiche acquisite, sia stage all’estero, in alternanza scuola lavoro, presso aziende con sede in Paesi dell’UE, selezionate, rispetto ai profili formativi degli allievi. Anche questi dovranno essere della durata di due settimane, con  rilascio della certificazione dei crediti secondo il sistema ECVET.
Le domande di partecipazione verranno valutate, con attribuzione dei relativi punteggi, sulla base della completezza del progetto relativamente agli argomenti ed ai temi specifici che verranno affrontati, delle certificazioni che verranno acquisite, delle metodologie didattiche che verranno utilizzate e del sistema interno di monitoraggio delle attività e di valutazione dei docenti e del corso.  Verranno ammesse solo le domande che avranno raggiunto un punteggio minimo di venticinque punti. Prevista una premialità per i progetti che più coerenti con le tematiche rientranti negli ambiti ritenuti strategici e che prevedono situazioni di apprendimento coerenti con le innovazioni previste dalla riforma del sistema scolastico.
Il numero degli studenti partecipanti è di massimo dodici allievi  per istituti  fino a  500 iscritti e massimo diciotto allievi per le scuole con un numero di iscritti da 701 e oltre. Il periodo di realizzazione dei percorsi è di cue settimane da programmare fino al 10 ottobre 2016, le eventuali certificazioni potranno essere  conseguite al ritorno, comunque non oltre il 10 novembre 2016. Per convenire una procedura semplificata rispetto alla precedente, per mettere in campo progetti più rispondenti alle esigenze degli studenti e per avvicinare il mondo scolastico al mondo produttivo  l’avviso pubblico – che verrà pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Basilicata – è stato definito nel corso di incontri con i rappresentanti degli gli istituti scolastici e con le agenzie partner che hanno preso parte all’iniziativa lo scorso anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *