Approvato il piano dei rifiuti in Puglia

rifiutiE’ stato adottato ieri, nella sua forma definitiva, da parte della giunta regionale pugliese, il piano regionale per i rifiuti. Il provvedimento, quindi, è pronto ad essere esaminato e votato dalle commissioni competenti e dal Consiglio regionale stesso. No ai nuovi impianti, mentre si chiede una resa ottimale di quelli già esistenti o in corso di realizzazione. Per quanto concerne i combustibili solidi secondari (Css prodotti trattando la frazione secca dei materiali di risulta), se nella fase transitoria sarà preferibile bruciarli sia nei cementifici (che devono avere una capacità produttiva maggiore di 500 tonnellate al giorno di clinker, e comunque soggetti all’Autorizzazione integrata ambientale, nonché certificati Uni En Iso 14001 o Emas) che nelle centrali termoelettriche già esistenti, a regime si ritiene, seguendo le indicazioni del rapporto ambientale redatto da Arpa, che sia preferibile il recupero di materia. I passaggi del documento sono inequivoci, e mettono la parola fine a 14 anni di gestione commissariale dei rifiuti in Puglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *