Approvato il progetto di filiera formativa della nautica a Taranto

La Giunta regionale ha approvato il progetto di filiera formativa della nautica e laboratorio del mare  a cui hanno partecipato il Politecnico di Bari, l’istituto Archimede di Taranto, l’Its per la Logistica Puglia e quello per l’Industria dell’ospitalità e del turismo, l’Autorità di sistema portuale del Mar Jonio sottoscrittori di un protocollo di intesa al quale sta per aderire anche l’Università di Bari (il Senato Accademico domani dovrebbe deliberare in tal senso).

A darne notizia è il consigliere regionale Gianni Liviano. “Si tratta di un progetto che sto portando avanti da tre anni e per il quale, ad ogni bilancio preventivo, ho fatto stanziare dei fondi anche se, in alcuni casi, sono stati poi utilizzati per altri interventi o finivano nel calderone della legge speciale per Taranto. Innalziamo il livello culturale, mettiamo l’istituto Archimede nelle condizioni di migliorare la sua offerta formativa sulla nautica, permettendo ai nostri ragazzi di non dover raggiungere Brindisi, e nel contempo di mettere a frutto il finanziamento di 750mila euro del progetto Mare per creare futuro di cui è capofila, e perchè creiamo nuove opportunità sul fronte dell’offerta formativa per i nostri ragazzi. Opportunità da cogliere per evitare il continuo esodo dei nostri figli, costretti ad andare altrove per completare il loro corso di studi”.

 

Con la filiera del mare si punterà alla creazione di una scuola di alta formazione del mare; alla sinergia tra il mondo accademico e quello del lavoro; al potenziamento dell’attrattività tecnologica, formativa e industriale del territorio grazie alla presenza di un’area cantieristica da diporto; a un Laboratorio di rispetto sociale; a un Laboratorio di promozione dei turismi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *