Terzo appuntamento per il fuoriprogramma

Alexandre Dumas è stato un importante scrittore e drammaturgo francese, considerato un maestro del romanzo storico e del teatro romantico. Tra le sue opere più celebri i capolavori “Il conte di Montecristo”, la trilogia dei moschettieri formata da “I tre moschettieri” e un figlio omonimo, che seguendo le orme del padre ha firmato importanti lavori tra cui il romanzo “La signora delle camelie” a cui si ispira “La Traviata” di Giuseppe Verdi.
“La catena del matrimonio è così pesante che a volte bisogna essere in tre per portarla” è un aforisma di Dumas padre che ben si addice a “Due dozzine di rose scarlatte” opera di Aldo De Benedetti. Questa, rivisitata da Antonio Bellino, ha dato inizio alla stagione del Piccolo Teatro di Bari, con quattro applauditissime rappresentazioni. Vista la notevole affluenza, sebbene sia un fuori programma, lo spettacolo sarà proposto ancora una volta, sabato 11 ottobre, nella struttura di strada Borrelli fondata nel 1967 da Eugenio D’Attoma, riaperta quest’anno come sede dell’omonima associazione culturale.
Basato su un raffinato umorismo e una sensualità galante, “Due dozzine di rose scarlatte” mette in mostra uomini e donne con le loro debolezze, i loro vezzi, le loro idiosincrasie, rientra in uno spettacolo classico e universale della commedia, sospesa nel tempo e nello spazio, giocata da personaggi straordinariamente disegnati. È inevitabile il gioco di equivoci tra marito e moglie, che evidenzia da parte di entrambi, la voglia di evadere da una quotidianità che spesso soffoca ed eclissa i loro reali sentimenti.
Sul palco, si esibiranno Luciano Maggi nel ruolo di Alberto il marito, Lorenzo D’Armento nel ruolo dell’avvocato Savelli e Veronica Ruggieri, nel ruolo di Marina. A dirigere lo spettacolo, la cui scenografia e i costumi sono a cura di Rosa Lorusso, ci sarà come sempre il regista, originario di Milano, Gianfranco Nullo.
“La commedia è divertente – ha commentato Nullo – soprattutto grazie alla morale stessa. Non riguarda la comicità, che è un’altra cosa, ma un umorismo raffinato, ben interpretato dai tre attori in scena, che riescono a rappresentare in maniera ottimale le parti, con caratterizzazioni un po’ fuori da quello che ognuno può normalmente aspettarsi”.

 

Piccolo Teatro – Strada privata Borrelli, 54 – Bari
Infoline: 3426639005
Website: www.tempiteatrali.it
Inizio spettacolo: ore 21:00

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *