Apulian Lifestyle, l’Health Promotion e la dieta mediterranea sostenibile

Per la prima volta è arrivato in sede europea il progetto “Apulian Life Style”, con la Regione Puglia che lo ha portato a Tirana. Altissima la partecipazione alla Conferenza Scientifica “Health Promotion e Dieta Mediterranea sostenibile”, su “l’Apulian Lifestyle come modello di sviluppo salubre e sostenibile” e “La Dieta Mediterranea come leva per la valorizzazione dei prodotti tipici locali e dei relativi sistemi imprenditoriali” che si é svolta nella capitale albanese, presso l’Hotel Plaza. All’evento è intervenuto ieri il Ministro dell’Agricoltura albanese Niko Peleshi insieme al Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano. Hanno partecipato il Capo di Gabinetto, Claudio Stefanazzi e il Direttore del Coordinamento regionale Politiche internazionali, Bernardo Notarangelo, Alberto Cutillo, Ambasciatore italiano a Tirana, Luigi Soreca Ambasciatore UE in Albania, Andi Seferi, vicesindaco di Tirana, Sergio Fontana, presidente Confindustria Albania. Alla Conferenza scientifica sono intervenuti:  Felice Ungaro, direttore Struttura speciale di Coordinamento Health Marketplace della Regione Puglia, Loreto Gesualdo, direttore Scuola di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Bari (su “La scuola di medicina e chirurgia e l’Apulian Lifesyle”) Giancarlo Logroscino, Centro di malattie neurodegenerative e invecchiamento cerebrale della Fondazione Cardinale G. Panico (su “L’Apulian Lifestyle e la Telemedicina nelle patologie neurodegenerative”).
Per la sessione “Le politiche della salute in Albania: la Dieta Mediterranea, la sicurezza alimentare e l’Health Innovation” sono intervenuti anche Agim Ismailit, direttore dell’Agenzia Nazionale dell’Alimentazione – AKU e Nazira Arykova, dell’OMS. Per la sessione “Lo sviluppo del settore agroalimentare in Albania, l’iniziativa dei 100 villaggi, il progetto Food Health e la Cooperazione italiana allo sviluppo” sono intervenuti Ilir Halilaj, vice ministro dell’Agricoltura e dello sviluppo rurale, Enea Hoti, del ministero dell’Agricoltura e Nino Merola, direttore dell’Agenzia per la Cooperazione e lo Sviluppo. Le conclusioni sono state affidate al presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano.
“Stiamo qui presentando – ha detto Emiliano – un programma sistemico, che ha insieme molte linee di intervento e che parte dal nome del nostro programma di governo “Una lunga vita felice” e che poi viene declinato nell’Apulian Life Style che è un modo di vivere e produrre beni e servizi e organizzare la sanità, di concepire l’industria, la produzione di energia. Anche le grandi industrie pesanti non sono incompatibili con l’Apulian Life Style. La Puglia ha avuto un onore grandissimo per il suo lavoro in materia ambientale. Siamo stati considerati la regione europea più capace di stendere il parere del Comitato delle Regioni UE sulla direttiva sul clima, che è una direttiva che cambierà le legislazioni di tutti i Paesi europei. Mi piacerebbe che nel nostro gruppo di lavoro per la redazione del parere sul clima ci siano anche degli scienziati albanesi che possano mostrare all’Ue i passi avanti che questo Paese ha fatto“.
Il modello pugliese dell’Apulian Life Style è parte di un progetto più ampio di collaborazione con l’Albania che si chiama FOOD4HEALTH – Agricoltura e Agrofood, il cui capofila è il Ministero dell’Agricoltura in Albania. Il progetto, che mira a migliorare le condizioni produttive nel settore dell’agrofood,  sostiene anche il modello pugliese dell’Apulian Life Style finalizzato alla qualificazione dei prodotti tipici, come la dieta mediterranea, e alla protezione della salute dei cittadini.
L’obiettivo è infatti quello promuovere le metodologie attraverso le quali preservare gli aspetti organolettici e salutistici dei prodotti tipici e stagionali attraverso la diffusione delle informazioni tecniche e pratiche di gestione del prodotto in cucina  del suo utilizzo.
Nella serata di ieri, presso la Residenza dell’Ambasciatore Italiano in Albania si è tenuto infine un grande evento per la promozione della cultura e dell’enogastronomia pugliese: uno  showcooking condotto da due chef pugliesi in cui sono stati preparati piatti rappresentativi della dieta mediterranea sostenibile pugliese in grado di garantire un effetto benefico alla salute. La serata ha aperto la “Settimana della cucina italiana in Albania”, con un grande successo per la Puglia e per il pubblico, con centinaia di invitati che hanno apprezzato il cibo e il vino pugliese e poi hanno ballato sulle note della pizzica con la musica degli artisti della Fondazione Notte della Taranta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *