Arrestata dipendente Asl di Foggia

Ogni mattina, dopo aver timbrato il cartellino, si allontanava dall’ufficio per un paio di ore per fare commissioni riguardanti la propria sfera personale: per questa ragione gli agenti della Digos della Questura di Foggia hanno eseguito, stamane, un’ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari, disposta dal gip del Tribunale di Foggia, Antonio Diella e richiesta dal pm Antonio Laronga, nei confronti di un’assistente sociale della Asl Foggia, Lucia Casperini, di 50 anni, accusata di assenteismo. La donna, in servizio nell’Ufficio formazione dell’Area Affari generali, da più di due mesi, ogni mattina, dopo aver timbrato il badge, invece di entrare in ufficio, si allontanava. I suoi spostamenti sono stati puntualmente monitorati e filmati per circa 6 mesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *