Arrestate 4 persone a Brindisi per furto di rame dalla rete elettrica della Centrale Enel

Avrebbero asportato cavi in rame per l’illuminazione dell’asse attrezzato per il trasporto del carbone alla centrale termoelettrica Enel a Cerano. I Carabinieri della Compagnia di Brindisi hanno colto in flagranza la banda, composta da 4 persone, tutte accusate di furto aggravato. In manette sono finiti Alessandro Colluccello (30 anni), Tonino Ferrari (59 anni), Salvatore Vitasevic (54 anni) e Roberto Galluzzo ( 52 anni), tutti di Brindisi.
Il blitz dei militari è scattato nel pomeriggio di ieri, quando hanno scoperto i quattro impegnati ad asportare i cavi in rami (materiale per complessivi 1.400 metri ed un peso di 3.575 chili per un valore di 30.000 euro). Su segnalazione del personale di vigilanza interna all’azienda, i Carabinieri hanno individuato i malviventi in un terreno agricolo attiguo alla centrale, mentre erano ancora intenti a sezionare quanto rubato poco prima mediante l’utilizzo di una troncatrice a scoppio e di una cesoia. Alla vista dei militari, i banditi avrebbero tentato di darsi alla fuga, ma sono stati bloccati dopo un breve inseguimento. I quattro, come disposto dall’Autorità Giudiziaria, sono stati quindi accompagnati presso le rispettive abitazioni in regime di arresti domiciliari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *