Arrestati dipendenti di un’azienda ittica di Modugno

I Carabinieri di Modugno (Bari) hanno arrestato 6 dipendenti di un’azienda ittica del posto che, secondo l’accusa, approfittavano del turno di lavoro notturno per rubare ingenti quantitativi di pesce fresco per poi rivenderlo sul mercato nero a pescherie compiacenti. Per loro l’accusa è di associazione per delinquere finalizzata a innumerevoli furti e ricettazione. Gli operai, che risiedevano tra Modugno, Grumo Appula e Bitonto, si erano organizzati durante i turni di notte proprio per rubare il pesce (crostacei, molluschi e anche pesce pregiato) trasportandolo all’esterno dell’azienda, nelle loro auto.
I fatti risalgono nel periodo compreso tra marzo e luglio di quest’anno, e le indagini sono partite dopo la denuncia fatta dal titolare dell’attività, che non riusciva a spiegarsi la continua flessione dei guadagni. Così gli agenti, mediante pedinamenti notturni e servizi di appostamento, hanno potuto constatare l’esatta dinamica dei fatti. I furti sono stati ripresi dalle telecamere di sorveglianza dell’azienda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *