Arrestato 37enne a Lecce

Gli agenti della Squadra Mobile di Lecce hanno arrestato Antonio Ingrogna, di 37 anni, residente a San Pietro in Lama (LE), con le accuse di sequestro di persona e di minacce nei confronti di una donna torinese. I due avevano da anni un rapporto di amicizia; nella giornata di ieri la signora, arrivata nel Salento per risolvere questioni personali, ha trovato ospitalità in casa all’amico che ha invitato la stessa a condividere una serata intima con lui. Al rifiuto della malcapitata, l’uomo ha iniziato ad agitarsi ed innervosirsi, arrivando a minacciarla di farle del male. Impaurita dalla situazione e dall’atteggiamento dell’uomo, che ha addirittura chiuso la porta di ingresso della sua abitazione a chiave per impedirle di uscire, la donna ha approfittato di un momento di distrazione dell’ amico per aprire la porta.

Tuttavia, appena uscita, è stata raggiunta dallo stesso che l’ha portata di forza in casa, continuando a minacciarla dicendole che le avrebbe rotto la testa. Per essere sicuro che la donna non sarebbe più riuscita a fuggire, l’arrestato ha chiuso nuovamente a mandate la porta di casa, ma questa volta ha conservato le chiavi all’interno della tasca dei suoi pantaloni. La vittima ha passato una notte “vigilata” dall’uomo; quando finalmente all’alba si e’ accorta che dormiva ha sollevato la tapparella di uno dei balconi della abitazione e si e’ calata dal balcone per fuggire. Poco dopo ha raggiunto in pullman la Stazione Ferroviaria di Lecce dove ha contattato i poliziotti della “Polfer” chiedendo aiuto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *