Arrestato un cittadino extracomunitario a Taranto per minacce nei confronti della vicedirettrice di una banca

Gli agenti della Questura di Taranto hanno arrestato un cittadino extracomunitario, accusato di minacce nei confronti della vicedirettrice di una banca che si era rifiutata di cambiare degli assegni perché l’uomo aveva fornito false generalità. L’uomo era entrato nell’istituto di credito assieme ad altri braccianti agricoli che hanno protestato, colpendo i vetri della banca con le mani, quando è stato detto loro che, per ragioni legate all’orario di apertura, non sarebbe stato possibile soddisfare le richieste di tutti. La persona arrestata è poi risultata anche destinataria di un ordine di custodia cautelare in carcere per espiazione della pena emesso dal Tribunale di Arezzo. E’ stato inoltre denunciato per i reati di sostituzione di persona, falsa attestazione, minacce ed interruzione di pubblico servizio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *