Associazioni allevatori, operatori senza stipendio da 5 mesi

 

Rischiano la paralisi le associazioni provinciali allevatori per via del mancato pagamento di ben 5 mensilità ai suoi circa 40 dipendenti. Lo denunciano le segreterie regionali di Fai-Cisl, Flai-Cgil e Uila-Uil che in una lettera inviata all’assessore regionale all’Agricoltura Rosa Mastrosimone chiedono con urgenza la convocazione di un tavolo di confronto ad hoc. “I lavoratori delle Apa – spiegano i segretari generali Antonio Lapadula, Vincenzo Esposito e Gerardo Nardiello – continuano ad assicurare i servizi alle aziende zootecniche con grande senso di responsabilità e nel pieno rispetto della normativa che affida alle associazioni allevatori la gestione dell’albero genealogico e tutte le attività connesse alla tracciabilità della filiera zootecnica e alla sicurezza alimentare. Si tratta di servizi essenziali – sottolineano i tre dirigenti sindacali – per il comparto zootecnico lucano che non possono essere lasciate al volontarismo degli operatori, né possono essere gestite in una logica di improvvisazione. Se la sicurezza alimentare è importante, così come lo è il settore zootecnico in termini di qualità e capacità di generare reddito e occupazione, le Apa non possono essere abbandonate a se stesse, ma vanno sostenute con risorse adeguate all’espletamento delle loro delicate funzioni istituzionali a tutela degli allevatori e dei consumatori. Pertanto – concludono Lapadula, Esposito e Nardiello – abbiamo chiesto la convocazione di un incontro con l’assessore Mastrosimone per risolvere le disfunzioni organizzative che rischiano di mettere a repentaglio un sistema di controllo che riveste una funzione importante per assicurare alle nostre produzioni zootecniche livelli di qualità sempre più elevati”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *