Attacco di Fitto all’ex premier Renzi

Emiliano dopo quasi 7 mesi dalla firma del Patto per la Puglia con Renzi si rende conto che qualcosa deve essere andata di traverso – forse la birra dopo “Patto del Panzerotto” gli è stata fatale  – e si accorge oggi che più che Patto quello che l’allora premier gli ha rifilato è un vero e proprio “pacco”. Uno dei tanti che Renzi ha rifilato agli italiani, non solo ai pugliesi! Che in Puglia stessero per arrivare risorse già previste, per la maggior parte europee, che dal 2014 non erano spese, lo avevamo detto e stradetto sarebbe bastato che Emiliano ci avesse ascoltato.
Del resto, bisognerebbe chiedergli perché pur sapendo che il Patto prevedeva un obiettivo di spesa al 2017 di soli 380 milioni di euro non ha richiesto maggiori risorse? E perché anche per Taranto Emiliano ha rifirmato un Patto già contratto già sei mesi prima, salvo poi “scandalizzarsi” dopo?
Sul tema dei Patti però occorre essere coerenti: Emiliano dimostri quali sono gli interventi che stanno per essere cantierizzati e poi vediamo le risorse  che servono a completarli, a meno che lui non sia più interessato ad altre “casse” che gli danno più visibilità e voti congressuali immediati, come il reddito di dignità e meno alle opere infrastrutturali.

Raffaele Fitto – Direzione Italia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *