In aumento il numero dei lucani amanti del giardinaggio

Sono sempre più i lucani che con l’arrivo del caldo si sono messi al lavoro negli orti, nei giardini o e nei terrazzi per dedicarsi, oltre che alla tradizionale cura dei vasi di fiori, alla coltivazione “fai da te” di lattughe, pomodori, piante aromatiche, peperoncini, zucchine, melanzane.
E’ quanto emerge dalla studio della Coldiretti divulgato a Potenza in occasione della “festa degli alberi nelle scuole” organizzata da Coldiretti Basilicata e dalla fondazione “Campagna Amica” presso l’istituto comprensivo “Busciolano”. Per l’occasione è stato piantato nel giardino dell’istituto scolastico un  melo,  donato dalla confederazione agricola. Protagonisti dell’iniziativa  gli alunni di diverse classi a cui è stata  offerta la colazione tutta lucana, fatta di  latte e biscotti di produttori associati a Coldiretti  Basilicata.
Se in passato erano soprattutto i più anziani a dedicarsi alla coltivazione di orti e giardini, memori spesso di un tempo vissuto in campagna, adesso – sottolinea Coldiretti Basilicata – la passione si sta diffondendo anche tra i più giovani e tra persone completamente a digiuno delle tecniche di coltivazione. Un bisogno di conoscenza che è stato colmato con il passaparola e con le pubblicazioni specializzate, ma che ora ha favorito la nascita della nuova figura del tutor dell’orto che la rete degli orti urbani di Campagna Amica mette a disposizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *