Avigliano, arrestato 53enne per maltrattamenti in famiglia

Diceva che avrebbe sterminato tutta la famiglia dopo aver fatto vivere a moglie, figli e parenti un inferno fatto di minacce, botte, umiliazioni e aggressioni perpetrate negli anni dentro e fuori le mura domestiche. Ma dopo le indagini della Squadra Mobile (terza sezione “reati contro la persona ed in danno di minori”), è stata eseguita la misura degli arresti domiciliari emessa dal gip di Potenza, Luigi Spina, su richiesta del sostituto procuratore, Anna Gloria Piccininni, nei confronti di un aviglianese di 53 anni, gravemente indiziato di maltrattamenti, violenza sessuale, atti persecutori, ingiuria e danneggiamento, in forma aggravata e continuata.

Nello specifico l’uomo maltrattava la ex moglie ed i propri figli, oggi tutti maggiorenni, durante il periodo in cui convivevano. Condotte criminose terminate solo con il volontario allontanamento della donna dalla casa familiare nel 2011. Le indagini hanno messo in evidenza un contesto di vita “scandita da violenza sistematica ed abituale”, connotata da un “un vero clima di oppressione e di sopraffazione”, sopportato per anni dalle vittime.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *