Avviato presso l’aeroporto di Grottaglie il progetto “AcrOss” sulla sicurezza dei droni in volo a bassa quota

Ha preso il via presso l’Aeroporto di Grottaglie (Taranto) il progetto AcrOss per lo sviluppo di tecnologie, a terra e a bordo, che rendano sicuri ed efficienti le operazioni di volo dei droni a bassa quota, con particolare attenzione allo spazio aereo che circonda gli aeroporti e le aree sensibili per le quali è necessaria l’autorizzazione ad accedere. Il progettto è cofinanziato dal Miur (ministero dell’Università e della Ricerca) e sovvenzionato dai fondi strutturali europei 2014/2020.
E’ coordinato in questa fase da Aeroporti di Puglia, partecipano le Università del Salento e di Bologna oltre a tre partner privati. Ids, azienda del gruppo Fincantieri Nextech e capofila del progetto, ha l’incarico di sviluppare un sistema radar per la detezione dei droni e un sistema per la localizzazione dei velivoli e l’implementazione di un “comando e controllo” della posizione degli unmanned (velivoli senza pilota) in tempo reale all’interno dell’aeroporto. Il gruppo Exprivia ha messo a disposizione software che raccolgono dati in tempo reale per valutare i rischi del malfunzionamento dei droni in fase di volo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *