Bari, arrestata anziana per sfruttamento della prostituzione

Un’anziana donna residente a Bari è stata sottoposta al regime degli arresti domiciliari con l’accusa di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione. La donna, 76 anni, aveva trovato il modo di arrotondare la pensione aprendo una casa di appuntamenti in viale Salandra. Le ragazze, tutte giovani, venivano proposte ai clienti che prendevano regolare appuntamento. Negli ambienti, la donna era nota come La Zì (la zia), era abbastanza precisa in quello che faceva, ci teneva a soddisfare ogni desiderio dei clienti, e si occupava lei stessa di fissare gli appuntamenti.
I Carabinieri si sono presentati presso la struttura in abiti civili ed hanno ottenuto che la donna si prodigasse per garantire che le ragazze sarebbero arrivate di lì a poco. Ma quello che sembrava un appuntamento a luci rosse, in realtà era il prologo dell’irruzione. I militari del Nucleo Radiomobile di Bari hanno accertato che il pagamento della prestazione sessuale tra il cliente e la ragazza prescelta, avveniva direttamente nelle mani dell’anziana (le prestazioni variavano dai 40 ai 70€).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *