Bari si colora di azzurro

Finalmente è arrivato l’attesissimo giorno del debutto della nazionale italiana, rimessa a nuovo dal c.t. leccese Antonio Conte. L’atteso e sofferto evento è avvenuto ieri sera allo stadio San Nicola di Bari con luci che illuminavano il campo a giorno, magliette azzurre, bambini con trombette e sciarpe con il visto colorato dal tricolore, che creavano una vera e propria aria di festa. Pian piano lo stadio si riempie e la tifoseria azzurra si fortifica sempre di più, quando ad un tratto verso la curva, in alto, compaiono alcune maglie arancioni e qualche striscione con scritte incomprensibili, sì ci sono anche loro, i tifosi olandesi, che durante l’inno della loro nazionale, suonato dalla nostra banda militare,cercano di farsi sentire il più possibile per regalare il loro calore alla squadra. Tutto lo stadio è pieno, le 50.000 persone ci sono tutte, si sta per cominciare, tra varie ole, l’atteso calcio di inizio arriva, la partita comincia a diventare accattivante e combattuta sin dall’inizio. Al 3’ minuto lo stadio affonda in un boato, l’attaccante Ciro Immobile ha segnato il primo goal della partita. Tutto prosegue tra un passaggio e l’altro, l’Italia si dimostra sin dall’inizio una squadra solida e preparata, e dopo un fallo nell’aria di rigore, tocca al numero sedici, De rossi calciare. L’ansia sale su gli spalti, si crea un grande coro che incita il campione che subito dopo regala il secondo goal ai suoi tifosi. La partita continua e con il passare dei minuti i c.t . delle due squadre operano dei cambi ma il risultato e’ acquisito , l’Italia tra i cori di incoraggiamento al mister e ai suoi giocatori termina con un classico 2 a 0. A questo punto una piccola riflessione va fatta, CONTE, da sanguigno uomo del sud quale è, in poco tempo ha saputo dare vigore e volontà ai “vecchi” e fiducia ai “nuovi”, e con l’imperativo “sudare e vincere” ha raggiunto il suo primo risultato, questo grazie a tutti i suoi uomini e in particolare a IMMOBILE e ZAZA, due giovani del sud che in questa squadra avranno un futuro.   Finisce così Italia Olanda 2-0, una vittoria che sa di cambiamento e di novità e soprattutto che sa di speranza per un futuro di vittorie e di successi per tutti i nostri azzurri.

Marirosa Sferra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *