Barile, Frascolla eletto segretario MpA

“Nella città di tutti”, per scegliere insieme il nostro futuro è il titolo del Congresso cittadino del Movimento per le autonomie che si è appena svolto. Nella sala consiliare del centro arbereshe, si è dibattuto dei temi caldi della città. Al Tavolo della Presidenza: i consiglieri regionali Franco Mollica e Roberto Falotico, i consiglieri comunali Rocco Franciosa e Renato Cittadini. In prima fila i rappresentanti delle istituzioni: dal Vicesindaco, Murano, agli esponenti delle altre anime politiche: Mazzeo, rappresentante circolo Idv, Salbitani dirigente Udc, lo scrittore D’Adrea e Caccavo presidente Società Agricola del Vulture, che hanno portato il loro contributo. Più di trenta gli iscritti barilesi ed un giovane segretario a capo del movimento, Mario Frascolla. “Siamo un partito aperto al dialogo e al confronto con tutti – dice Frascolla – fare politica oggi in un momento di crisi è un atto di coraggio di chi ama la propria città”. A lui è seguito il Consigliere Regionale, Falotico, il quale ha parlato “della volontà d’aprire, a partire da questa stagione congressuale, un grande cantiere politico non contro qualcuno ma per il bene della comunità. L’Mpa è il movimento in cui parlare liberamente ed ascoltare. Dico a tutti gli iscritti, al neo segretario ed ai componenti del comitato: non sarete numeri, ma siete la linfa di un nuovo processo. Siamo esempi e testimoni o alla politica non saremo in grado di far avvicinare più nessuno”. Ha chiuso i lavori il Consigliere regionale, Mollica, “Partiamo con i congressi cittadini abbiamo proposto un giovane e quindi il rinnovamento che deve ben conciliarsi con un minimo di continuità in ciò che è l’essenza del MPA: radicamento sul territorio, attenzione ai problemi della comunità con la valorizzazione delle risorse endogene.”. Nel direttivo del Movimento per le autonomie di Barile fanno parte Irene Armenio, Giuseppe Botte, Nicola Grimolizzi, Teresa Lacci, Remo Giuliano, Michele Duca, Paola Tedesco e i consiglieri comunali Franciosa e Cittadini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *