Barile, l’Anpi diffida il comune dopo l’intitolazione dell’aula consiliare ad un caposquadra fascista

L’Anpi (Associazione nazionale partigiani d’Italia) della Basilicata ha diffidato il Comune di Barile (Potenza) a revocare in autotutela la Delibera di Giunta Comunale n.101 del 12/11/2019 con cui viene stabilita l“Intitolazione sala all’interno dell’immobile comunale sito in corso Vittorio Emanuele” ed il Decreto del Presidente della Giunta Regionale n.279 del 21/11/2019 “Intitolazione aula consiliare a “D’Andrea Andrea”.
Il presidente dell’Anpi, Michele Petraroia, ha ricordato che dal Rapporto della Legione Carabinieri Reali di Catanzaro – Gruppo di Potenza – del 23/04/1946 < Prot. N.38/69 -1 – 1936. R. 1 – – n.359/XVII del 13/03/1946 inviato alla Regia Prefettura di Potenza- a firma del Capitano Pietro Cacciola-  emerge che “..il D’Andrea durante il regime fascista, ricoprì la carica di caposquadra della m.v.s.n. (Milizia volontaria per la sicurezza nazionale ndr) con le funzioni di istruttore militare e comandante della G.i.l. (Gioventù italiana del littorio ndr).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *