Barista mozambicano aggredito a Lecce

Un barista 25enne originario del Mozambico ma residente a Lecce è stato colpito da calci e pugni sferrati da due ragazzi nei pressi dell’attività ‘Il Barroccio’, il chiosco di viale dell’Università, a pochi passi da Porta Napoli. I due hanno invitato il 25enne a raggiungere l’esterno del locale: lì, poi, neppure il tempo di chiarirsi, e sono volati calci e pugni in sequenza, senza nessun motivo valido. Alcuni clienti, presenti al momento dell’aggressione, hanno chiamato immediatamente il 118.

Sopraggiunti, i sanitari hanno medicato il ragazzo africano, che ha riportato solo lievi contusioni, giudicate guaribili in pochi giorni. Gli agenti di polizia, allertati alcuni minuti dopo, hanno ascoltato i testimoni e raccolto le dichiarazioni del 25enne, il quale sporgerà denuncia. Da una prima ricostruzione fornita dal giovane, sembrerebbe che i due aggressori siano gli stessi che, un paio di settimane addietro, si erano già presentati al bancone del pub. In quell’occasione, avrebbero richiesto una bottiglia di prosecco, ed il il barista aveva gentilmente fatto presente loro la necessità di munirsi dello scontrino. Una richiesta, quindi, che i due non hanno condiviso e hanno deciso di ‘vendicarsi’.

Le indagini sono nelle mani degli inquirenti, che tenteranno di stringere il cerchio attorno ai due individui. Secondo la descrizione fornita dai presenti, si tratterebbe di un ragazzo alto circa un metro e 70, e del complice, più basso di una decina di centimetri. Entrambi si sono allontanati rapidamente dal luogo dell’accaduto, fuggendo a bordo di una Smart bicolore.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *