Barletta ricorda le vittime del crollo della palazzina di via Roma

“Salveremo la memoria visiva di quanto accaduto e, quando sarà terminato l’iter giudiziario, opereremo perché ci sia un giardino della memoria”. E’ questo l’impegno del sindaco di Barletta, Pasquale Cascella, ribadito nel sesto anniversario del crollo della palazzina di via Roma, avvenuto il 3 ottobre 2011, nel quale morirono cinque donne, quattro operaie, Matilde Doronzo, Giovanna Sardaro, Tina Ceci, Antonella Zaza, e la figlia 14enne del datore di lavoro di quelle donne, Maria Cinquepalmi.
Stamane il sindaco, assieme al prefetto Clara Minerva, al presidente della provincia Nicola Giorgino, al presidente del consiglio comunale Carmela Peschechera e alle sorelle di Antonella Zaza, hanno deposto un bouquet di fiori innanzi al cancello che chiude l’area in cui il 3 ottobre di sei anni fa, i lavori di demolizione di un edificio adiacente, provocarono il crollo della palazzina che ospitava al piano terra un opificio si trovavano le vittime.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *