Basilicata ed Emilia Romagna insieme per l’apprendimento permanente

La Regione Basilicata e la Regione Emilia Romagna hanno siglato un protocollo di collaborazione per l’attuazione delle politiche di apprendimento permanente (lifelong learning). Le azioni che saranno messe in campo garantiranno, in qualsiasi momento della vita: un migliore accesso alla formazione e all’apprendimento; l’integrazione nel mercato del lavoro; l’occupabilità e la mobilità professionale. Tutto ciò sarà possibile attraverso il miglioramento dei sistemi di formazione professionale, di istruzione, di orientamento, di incontro domanda – offerta e di integrazione tra servizi.

“Sin dalla metà degli anni ’90 – ricorda l’assessore alla Formazione e Lavoro Rosa Mastrosimone- si è andata consolidando in ambito europeo la strategia di lifelong learning, nell’ottica di adeguare i sistemi europei alle esigenze della società dei saperi e, contemporaneamente, alla necessità di migliorare il livello e la qualità dell’occupazione. L’apprendimento permanente favorisce la possibilità di usufruire di una formazione adeguata nelle diverse fasi della vita, anche per superare gli ostacoli che impediscono alle persone di accedere alla formazione e al mercato del lavoro e per garantire a ciascuno la possibilità di personalizzare, il più possibile, il proprio percorso formativo in una prospettiva in cui il singolo è responsabile del percorso di crescita personale e professionale”.

“La trasparenza dei titoli e delle qualifiche rilasciate nell’ambito dei diversi sistemi rappresenta – a parere dell’assessore Mastrosimone – un fatto di grande rilevanza che consentirà di raggiungere obiettivi condivisi a livello europeo. Tra questi: la valorizzazione delle competenze comunque e dovunque acquisite. Sia in contesti formali che in quelli informali, e ciò al fine di favorire la mobilità geografica dei cittadini. La società del nuovo millennio sarà in grado di investire sull’intelligenza – afferma ancora Mastrosimone – e i sistemi di formazione e istruzione dovranno necessariamente adattarsi ai bisogni dell’individuo. Il Dipartimento Formazione, Lavoro, Cultura, e Sport, ha avviato un percorso per la riforma progressiva e graduale del sistema integrato di istruzione, formazione e lavoro- spiega ancora Mastrosimone. Per realizzare ciò abbiamo analizzato il mercato del lavoro in Basilicata, avviando la definizione del Repertorio Regionale dei Profili Professionali. Tale ricerca – aggiunge Mastrosimone – rappresenta la mappa delle professionalità del contesto regionale ed è utile alla realizzazione dei azioni di formazione e riconoscimento e alla certificazione di competenze, nella logica della capitalizzazione delle esperienze di apprendimento delle persone. Utilizzando le risorse del Fondo sociale europeo – ricorda infine l’assessore- la Regione Basilicata ha voluto sviluppare un’azione triennale suddivisa in sei diverse tipologie: innovazione didattica, apprendimento permanente (lifelong learning), cittadinanza scolastica, alternanza scuola lavoro, istruzione e formazione tecnica superiore e formazione permanente”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *