Basilicata esclusa dall’assegnazione dei fondi PNRR per gli alloggi dei braccianti agricoli

Angelo Summa, Vincenzo Cavallo e Vincenzo Tortorelli, segretari generali, rispettivamente, di Cgil, Cisl e Uil Basilicata, hanno scritto al Ministro del Lavoro e delle politiche sociali, Andrea Orlando, per chiedere chiarimenti sull’esclusione della Basilicata dall’assegnazione dei fondi del Pnrr per la realizzazione di alloggi per i braccianti stagionali.
“Dalla lista dei comuni predisposta dall’Anci nazionale risultano esclusi una quindicina di comuni lucani interessati alla realizzazione di alloggi per garantire un tetto ai lavoratori, a partire dai 34mila agricoli assunti nel 2021 nel nostro territorio, di cui il 60% stranieri. – scrivono i segretari – Gli alloggi da realizzare per affiancare i quattro centri di accoglienza in fase di realizzazione con i fondi del Pon Legalità sarebbero una soluzione efficace anche per combattere il caporalato, nonché per il definitivo superamento dei ghetti. Non riusciamo a capire le ragioni della mancata inclusione dei comuni della Basilicata nella possibilità dell’utilizzo dei 200 milioni e quali siano le eventuali specifiche responsabilità dell’Anci, della Regione o dei sindaci. Crediamo, anche per le iniziative realizzate negli ultimi 7 anni a partire dall’area del Bradano in materia di accoglienza, come l’erogazione dei servizi di trasporto, l’utilizzo delle liste di prenotazione e il ruolo dei Centri per l’impiego, finanche inserite come buona pratica nel piano nazionale triennale, che la nostra regione debba ricevere i finanziamenti adeguati”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *