Basilicata, istituiti l’Osservatorio regionale per la valorizzazione di beni ed aziende sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata e l’Osservatorio regionale sulla legalità e sulla criminalità organizzata di stampo mafioso

“Essere qui oggi, insieme a tutti voi, per questa cerimonia di insediamento dei due Osservatori rappresenta un importante tassello che va a rendere più concreta l’opera di promozione e sensibilizzazione dei principi di legalità e sicurezza del territorio già assicurata dalla Regione Basilicata. Opera che si fa segnale evidente con le ultime leggi approvate prima in seno al Coordinamento delle Commissioni e osservatori sul contrasto della criminalità organizzata e la promozione della legalità e, successivamente, dal Consiglio regionale della Basilicata. I due Osservatori si porranno quali attenti strumenti di monitoraggio e luoghi di pianificazione di politiche di prevenzione e contrasto della criminalità e, al contempo, di promozione della legalità”. Così Carmine Cicala, presidente del Consiglio regionale della Basilicata e del Coordinamento delle Commissioni e Osservatori sul contrasto della criminalità organizzata e la promozione della legalità, si è espresso durante la riunione odierna di insediamento dell’Osservatorio regionale per la valorizzazione di beni ed aziende sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata e dell’Osservatorio regionale sulla legalità e sulla criminalità organizzata di stampo mafioso, istituiti, il primo, ai sensi dell’articolo 8 della legge regionale 6 ottobre 2021, n.41 e il secondo come previsto dall’articolo 3 della legge regionale 6 ottobre 2021, n. 42.

Al tavolo dell’Osservatorio regionale sulla legalità e sulla criminalità organizzata di stampo mafioso, presieduto dallo stesso Cicala, erano presenti il Vice Presidente del Consiglio regionale, Mario Polese; Giovanni Di Bello, designato dal Presidente della Giunta regionale; Marianna Iovanni, Sindaco Di Venosa, quale rappresentante dell’ANCI regionale; Marianna Tamburrino, quale rappresentante delle associazioni  antimafia operanti  sul territorio regionale – Libera Basilicata; Angelo Festa, designato  d’intesa fra l’Associazione Antiracket  Falcone  e Borsellino e l’Associazione antiracket e antiusura “Famiglia & Sussidiarietà”, in qualità  di rappresentante indicato  dalle associazioni antiusura  e antiracket operanti sul territorio regionale; Emanuele  Corleto,   designato   dalla   Cislfpbasilicata,  quale   rappresentante  regionale   delle associazioni sindacali  confederate; il Reverendo Don Marcello Cozzi  rappresentane della Conferenza  Episcopale Regionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *