Bilanci Aziende sanitarie, audizioni in seconda Commissione

Continua in seconda Commissione (Bilancio e Programmazione) presieduta da Gianni Rosa (Lb-Fdi) l’attività di controllo, verifica e monitoraggio. Questa mattina sono stati auditi i direttori amministrativi dell’azienda sanitaria di Potenza Cristiana Mecca e del Crob di Rionero Giovanni Chiarelli in merito al bilancio economico preventivo 2016 e pluriennale 2016/2018 delle due aziende sanitarie.
“Il nostro bilancio – ha detto Chiarelli del Crob – è in equilibrio con un aumento del valore di produzione del quattro per cento rispetto al preconsuntivo. Sono aumentati la produzione sanitaria, il day hospital, la specialistica ambulatoriale, le prestazioni ambulatoriali. Il preventivo per il 2016 presenta stabilità con la conferma degli stessi progetti di ricerca attivati e in corso nell’anno 2015, per i quali rileviamo dati positivi con 404 lavori pubblicati su importanti riviste”.
“Il bilancio dell’Azienda sanitaria di Potenza – ha detto Mecca – è stato redatto secondo i principi di contabilità. Rileviamo una sensibile riduzione dei costi per l’acquisto dei beni non sanitari per la razionalizzazione messa in atto e relativa ai costi del magazzino. Di contro c’è stato un incremento dei costi per beni sanitari relativamente all’acquisto di nuovi farmaci e l’aumento della distribuzione diretta dei farmaci di classe A. Un aumento di costi vi è stato per le prestazioni di psichiatria residenziale e l’assistenza agli autistici”.
Nel corso dell’audizione, cui era presente anche il direttore generale dell’Asp Giovanni Bochicchio, si è parlato anche della vicenda relativa al recupero dei fondi per ticket non pagati dagli utenti e in generale di contenimento della spesa e razionalizzazione dei servizi. Sono intervenuti alla discussione i consiglieri Benedetto, Rosa, Giuzio, Bradascio, Perrino, Napoli e Mollica.
La Commissione ha poi espresso parere favorevole a maggioranza su una delibera della Giunta regionale relativa al “Piano regionale per il diritto allo studio anno scolastico 2015/2016”, che passa ora all’esame dell’Aula per la definitiva approvazione. Favorevoli Giuzio, Polese e Castelgrande (Pd), Bradascio (Pp), Pietrantuono (Psi) e Benedetto (Cd), astenuti Napoli (Pdl-Fi), Rosa (Lb-Fdi) e Perrino (M5s), che ha motivato il suo voto ritenendo insufficienti i fondi stanziati. Con il Piano la Regione contribuisce al cofinanziamento delle spese sostenute dai Comuni, nell’esercizio delle loro funzioni, con l’obiettivo di garantire a tutti i destinatari pari opportunità nell’accesso ai servizi per il diritto allo studio. La Regione intende esprimere la sua capacità di intervento sul sistema educativo regionale in coerenza con gli indirizzi comunitari e in armonia con l’ordinamento nazionale, tenendo conto del ruolo delle specificità del governo locale e delle istanze e bisogni della collettività nelle sue varie espressioni.”
Ai lavori erano presenti, oltre al presidente Rosa (Lb-Fdi), i consiglieri Giuzio, Polese e Miranda Castelgrande (Pd), Bradascio (Pp), Romaniello (Gm), Napoli (Pdl-Fi), Gianni Perrino (M5s), Pietrantuono (Psi), Benedetto (Cd) e Mollica (Udc).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *