Biomasse, l’assessore Di Gioia alla presentazione del progetto di ricerca “uP_running”

I residui della produzione agricola da scarti possono diventare una risorsa energetica sostenibile, così come intende dimostrare il progetto  di ricerca  “uP_running” del Distretto tecnologico agroalimentare  Puglia  (D.A.Re). E’ il tema del Forum organizzato nel Salone dell’Agroalimentare e sviluppo rurale in Fiera del Levante, dal titolo “Valorizzazione energetica dei residui delle potature di piante arboree da frutto. Analisi di Settore ed Elaborazione di un Piano d’Azione (Progetto Europeo H2020)”. L’evento, promosso dall’Università di Foggia e il DARe, in collaborazione con l’Assessorato all’Agricoltura della Regione Puglia, è stato occasione per presentare il progetto europeo che ha come obiettivo l’individuazione dei casi di successo già esistenti e la costruzione di un modello operativo fattibile e sostenibile per la valorizzazione energetica degli scarti di potatura delle principali colture pugliesi.
“E’ un altro prezioso contributo scientifico – ha sottolineato l’assessore alle Risorse Agroalimentari della Regione Puglia, Leonardo di Gioia -, in linea con gli obiettivi del nostro Programma di sviluppo rurale (PSR). Come rappresentate dell’Assessorato ribadisco l’impegno a valorizzare queste buone prassi, sostengo importante per il raggiungimento degli obiettivi del nostro PSR, che ha quale presupposto un’agricoltura innovativa, sostenibile e di qualità. L’apporto scientifico serve per investire in metodologie sempre più applicate, specie nel settore delle energie rinnovabili, che vedono le aziende agricole pugliesi protagoniste di investimenti per la diversificazione produttiva e l’integrazione del reddito”.
“Il PSR 2014-2020 – ha proseguito di Gioia – finanzierà, attraverso la Misura 16 (Cooperazione), azioni per la mitigazione dei cambiamenti climatici, per la produzione sostenibile di biomasse, riguardanti, rispettivamente, la produzione e il consumo in loco di energia rinnovabile, per l’autosufficienza energetica con impianti di piccola taglia e la fornitura sostenibile di biomasse. Sono investimenti importanti che offriranno alle imprese agricole e forestali maggiore sostenibilità e competitività, preservando, altresì, paesaggi agricoli e biodiversità”.
Alla presentazione del progetto uP_running, hanno partecipato, tra gli altri, il dirigente sezione Competitività Filiere Agroalimentari della Regione Puglia, Luigi Trotta, il presidente del Distretto Agroalimentare regionale, Milena Sinigaglia, insieme al docente di Ecologia Agraria Dell’Università di Foggia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *