Bisceglia: “Mattinata deve diventare il paese delle opportunità”

Il paese delle opportunità”. Davanti a una Piazza Aldo Moro piena e in cui tutti coscienziosamente indossavano la mascherina, il candidato sindaco Michele Bisceglia e la lista Noi Comunità hanno illustrato ai mattinatesi il programma con il quale intendono trasformare Mattinata, nei prossimi cinque anni, nel “paese delle opportunità”. Il PUG, Piano Urbanistico Generale, sarà uno degli strumenti principali per rivitalizzare gli spazi, recuperare il patrimonio degli edifici pubblici dando ad essi le funzioni e i servizi di cui più necessita la popolazione. Un vettore di sviluppo anche e soprattutto per rilanciare artigianato ed edilizia del recupero, ma non solo. Si punterà a restituire decoro, fruibilità e lucentezza all’abitato adottando un Piano del Colore per la “Farfalla bianca del Gargano”, sul modello di quanto fatto nella Valle d’Itria. Il lavoro, l’occupazione, il sostegno attivo alle nuove iniziative imprenditoriali e allo sviluppo del commercio sono le priorità centrali del programma di Michele Bisceglia e della lista Noi Comunità. Prima del candidato sindaco, sono stati alcuni candidati consiglieri a rispondere alle domande poste loro da Michela Bisceglia, l’attivista di Noi Comunità che ha coordinato dapprima il talk con i futuri consiglieri comunali e poi ha presentato la mezz’ora finale con il candidato sindaco sul palco. “Il paese delle opportunità”, nella concezione del ‘gruppo della melagrana’, è quello che si muove e realizza azioni e progetti in funzione delle esigenze espresse dalla cittadinanza ai tanti incontri tematici e forum aperti attraverso i quali Noi Comunità ha ascoltato le esigenze e le speranze dei mattinatesi. Servono infrastrutture, servizi e progetti incisivi per le fasce più bisognose d’aiuto: i giovani che vogliono restare in paese per costruire qui il proprio futuro, le donne alle quali fornire un aiuto per conciliare i tempi vita-lavoro, gli over 50 interessati a riqualificare il proprio profilo di competenze. Agli anziani, ai disabili, alle persone che hanno a che fare quotidianamente con esigenze legate alla salute, è necessario garantire punti di riferimenti certi ed efficienti come il Poliambulatorio, i servizi della sanità territoriale per cui continuare a battersi in ogni sede con l’obiettivo del potenziamento e della continuità. La realizzazione del “paese delle opportunità” parte da idee nuove e concretissime come la “Cooperativa di Comunità”, un insieme organizzato di competenze, funzioni, ruoli e servizi per creare lavoro, occupazione stabile e qualificata nel pieno rispetto non solo delle leggi ma anche dei programmi e delle risorse che il governo centrale, quello regionale e l’Unione Europea stanno specificamente dedicando alle aree che più hanno necessità di trovare strumenti contro l’emigrazione e per far tornare a casa chi è andato via per trovare lavoro. “Vogliamo che i giovani restino qui e che quanti sono andati via abbiano la possibilità di ritornare”, ha dichiarato Michele Bisceglia. “Vogliamo favorire opportunità di lavoro concreto per le nostre aziende attive nel settore zootecnico e agricolo, per permettere lo sviluppo e l’implementazione della filiera corta”, ha spiegato il candidato sindaco. “Un mondo questo, parlo in particolate di quello zootecnico, che mi ha letteralmente adottato facendomi conoscere in queste settimane aspetti e criticità che non hanno mai trovato soluzione. Umilmente voglio dirvi che farò di tutto per migliorare la vostra condizione a partire dalla fornitura dell’acqua alle vostre aziende e dai piccoli ma necessari interventi di manutenzione delle strade per raggiungerle. Favoriremo gli aggregati tra imprenditori della zootecnia e dell’agricoltura per cercare di accorciare la filiera e per abbattere i costi di produzione così da liberare la sana competizione commerciale atta a promuovere un brand di comunità forte e riconoscibile”. Migliorare la viabilità urbana, organizzare il ciclo dei rifiuti per aumentare la differenziata e diminuire la relativa tassa. Grande rilievo avrà, all’interno della squadra amministrativa, l’azione di chi avrà il compito di reperire fondi europei, statali e regionali attraverso progetti tesi a implementare servizi, infrastrutture, iniziative per la formazione-lavoro e la creazione di economia in tutti gli ambiti, anche quelli legati alla cultura e al turismo. Proprio sul turismo, dal palco è stato rilanciato l’impegno di creare un “super” Assessorato all’Industria Turistica e al Marketing Territoriale. “E’ il momento di risollevare questo paese. Abbiamo l’umiltà e la determinazione per farlo, le idee e le persone per riuscirci. Adesso serve soltanto il coraggio di scegliere. Coraggio mattinatesi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *