Blitz della Guardia Costiera tra le province di Taranto e Brindisi contro il commercio di pesce contaminato

Maxioperazione della Guardia Costiera contro un’organizzazione che metteva in commercio pesce contaminato pericoloso per la salute criminale. Il blitz dei militari, tra le provincie di Taranto e Brindisi, è finalizzato al contrasto di un’attività criminale organizzata, sistematica, dedita al furto, ricettazione, distribuzione e successiva commercializzazione su tutto il territorio nazionale di prodotti ittici contaminati, soggetti a vincolo sanitario, altamente nocivi per la salute pubblica, contraffatti mediante falsa certificazione.
L’operazione – che ha visto coinvolti più di cinquanta uomini e donne della Guardia Costiera oltre a mezzi navali ed aerei del Corpo – ha consentito di effettuare 7 arresti ed eseguire le ordinanze di custodia cautelare in carcere e domiciliari disposte dal gip del Tribunale di Taranto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *